breaking news

Augusta| L’Augusta ad Imola per sovvertire il pronostico

13 Maggio 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| L’Augusta ad Imola per sovvertire il pronostico
Sport
0
I neroverdi decisi e determinati a caccia dell’ennesima impresa per conquistare la serie A.

augusta - imola play offAtto finale domani pomeriggio per l’Augusta di una splendida stagione che culmina con lo spareggio promozione contro l’Imola, che sette giorni fa ha espugnato di misura (5-4) il Palajonio. Nella città romagnola all’Augusta targata Nino Rinaldi servirà la partita perfetta per tentare di sovvertire il pronostico che alla luce del risultato conseguito nella gara di andata vede favorita la formazione di mister Vanni Pedrini. La gara del Palajonio ha regalato forti emozioni al folto pubblico megarese che ha goduto di uno spettacolo puro. La formazione del “condottiero” Nino Rinaldi ha sciorinato un calcio a 5 a tratti spettacolare scontrandosi troppo spesso contro la dea bendata, qualche episodio su cui i megaresi hanno recriminato in settimana, l’atterramento di Creaco in area da parte dell’ex Juninho e la palla tolta dal piede sempre di Creaco, con la mano da Cortes nei secondi finali episodi che avrebbero potuto decidere in maniera determinante il  confronto. Ora come non mai è vietato sbagliare per capitan Diogo Teixeira e compagni che non possono più commettere gli errori fatti in gara 1. L’Augusta per guadagnarsi l’olpimpo del fusa nazionale  deve essere una macchina perfetta. Tutti a disposizione gli uomini di spicco di Rinaldi per i romagnoli out il capocannoniere Borges, autore al PalaJonio delle prime due reti di marca rossoblu, espulso nel corso del primo tempo della gara di andata. “Siamo arrivati all’ultima curva di un campionato lunghissimo – dice alla vigilia della partita che vale una intera stagione il presidente Andrea Tringali -. Un testa a testa con la squadra imolese, che per la seconda volta ci troviamo di fronte per gli obiettivi importanti, con la finale promozione e la semifinale di Coppa Italia. Dovremo fare a sportellate per ottenere il massimo risultato ed uscire davanti all’arrivo, come ha detto il tecnico Pedrini un gol di svantaggio per l’uno o per l’altro o un pari, non cambia l’economia globale della gara. Alla Cavina dovremo essere cinici, un cinismo che forse non ci appartiene, questa squadra crea tantissimo lo abbiamo visto sia per tutto il campionato che nei play off, ma realizziamo forse una percentuale troppo bassa, vuoi la bravura degli avversari o per troppa sufficienza sotto porta. Nulla ancora è deciso e non partiamo assolutamente battuti, dovremo trovare la giusta concentrazione per tirare fuori l’ennesimo ed ultimo coniglio stagionale, quello con al collo la chiave per il paradiso.”

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com