breaking news

Augusta| Liceo Mègara Open Day: presentati anche i potenziamenti.

21 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Liceo Mègara Open Day: presentati anche i potenziamenti.
Attualità
'
0

Open day  del Liceo Megara nell’auditorium –teatro comunale presentata la scuola ai nuovi possibili futuri alunni, i quattro indirizzi di studio che essa offre e i potenziamenti che saranno attivati dal prossimo anno scolastico.

Prosegue l’attività di presentazione dell’offerta formativa del Liceo “Megara” di Augusta. Lo scorso sabato, nell’auditorium – teatro comunale i genitori e gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, gli studenti del liceo, i docenti e gli ospiti,  sono stati protagonisti dell’attività promossa dal “Megara” attraverso presentazioni e testimonianze, all’insegna della tradizione e dell’innovazione. Dopo i saluti del dirigente scolastico, Renato Santoro e dello staff dei docenti, in particolare dell’insegnante Gabriella Rista, che ha sottolineato l’atmosfera di accoglienza e di protezione che gli ambienti offrono alla comunità scolastica, il primo ospite a salire sul palco è stato Fabio Di Grande, augustano che ha guidato in dicembre i giovani studenti delle prime classi del “Megara” all’arte della progettazione e costruzione dei presepi. Di Grande ha scelto di donare il presepe  alla scuola in un gesto di testimonianza della realtà di sinergia culturale con il territorio. E proprio la cultura è stata la protagonista assoluta della serata, nel segno del riconoscimento nei confronti delle figure che hanno caratterizzato e caratterizzano l’essenza stessa del Liceo. Toccante momento è stato quello in cui Aurora di Grande, ex alunna del liceo scientifico e brillante studentessa di economia dell’ateneo catanese, ha espresso gratitudine nei confronti la sua professoressa di latino, Pina Arangio che ha salutato i suoi ex colleghi,  dopo avere dedicato alla scuola e agli studenti, decenni di cultura e impegno.

Dalle solide basi della tradizione, il “Megara” punta all’obiettivo dell’innovazione, come illustrato dal dirigente Santoro il quale, accogliendo i docenti del Dipartimento Cospecs  di Messina della sede di Noto,  Milintenda e Pennisi, ha illustrato con essi la sinergia didattica ed educativa, siglata con un protocollo d’intesa, perché le neuroscienze siano argomento dell’offerta formativa della scuola. La collaborazione con la sede universitaria di Noto, consentirà agli studenti del liceo di fruire e approfondire la nuova frontiera degli studi applicati sulle scienze cognitive e sulle dinamiche del cervello, proiettando le loro competenze verso una consapevole scelta verso le professionalizzazioni scientifiche.

Introdotta dalle note di Davide Turco, brillante studente dell’ultimo anno e dalle parole della stessa autrice di  “Sfiorare il cielo con un dito” romanzo scritto dalla promessa augustana della letteratura, la giovanissima studentessa del liceo linguistico Noemi Failla, presentato al Salone del Libro di Torino, la seconda parte della serata è stata dedicata alla presentazione dell’offerta formativa. La presentazione non è stata affatto convenzionale: coordinati dalla docente Francesca Solano, referente per l’orientamento in entrata, gli insegnanti dei quattro indirizzi del “Megara” hanno illustrato. Infatti, il piano curricolare e i potenziamenti che partiranno dal prossimo anno scolastico  e dedicati alla matematica, alla biologia e alla chimica, alla criminologia, alle arti sceniche e all’approfondimento delle competenze linguistiche(inglese), affiancati da ex studenti del liceo che oggi frequentano università prestigiose  come Joseph Insirello, studente della Scuola Superiore di Catania e vincitore, da studente del liceo classico “Megara” delle Olimpiadi di Filosofia. Per il liceo scientifico, a coadiuvare le docenti, due nomi prestigiosi, quello del chirurgo ortopedico Giuseppe Mazziotta, specializzato negli interventi all’anca, e quello dell’ingegnere biomedico Marco Campisi, autore di un prestigioso studio scientifico tra il Politecnico di Torino e il Mit di Boston. Il liceo linguistico, il più giovane dei tre licei, ma aperto alle innovazioni nell’ambito delle certificazioni e della scelta dell’insegnamento in madrelingua, è stato presentato anche dall’esperienza di Marina Elia, ex alunna del liceo linguistico e studentessa anche lei della  Scuola Superiore di Catania. Infine, per il liceo delle scienze umane, nel solco dell’approfondimento sulla  formazione, sullo sviluppo di relazioni e con la novità della riflessione sulla criminologia e l’ambito neuroscientifico, due giovani pedagogiste, Carlotta Annarita e Manuela Fichera, hanno fornito la loro esperienze di ex studentesse nella loro odierna attività professionale.

Dopo l’annuncio, da parte del dirigente Santoro, di un importante convegno promosso dal Liceo “Megara” che sarà dedicato a Orso Mario Corbino e alla sua profonda attività culturale e politica che ha dato lustro ad Augusta e agli augustani, il momento finale è stato affidato all’interpretazione degli studenti del “Mègara”, che hanno reso alla parola cultura corpo, gesto e voce. Così è stato per le studentesse che hanno fatto vivere profondi momenti di riflessione nell’interpretazione di una performance dedicata alla lotta contro il femminicidio, la cui coreografia è stata curata della docente Muscolino. Il connubio tra umanesimo e cultura scientifica è stato espresso dai ragazzi della IA del liceo classico, coordinati dalla docente Jessica Di Venuta. La potenza dell’espressione nel linguaggio più universale, quella dell’interpretazione di una canzone, è stata donata a tutto il pubblico dalla giovane studentessa del liceo linguistico Sabrina Russo per accompagnare la fine di una straordinaria serata di cultura.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com