breaking news

Augusta| Limite di velocità 30 km/h per tutti sul viadotto, accessibile di nuovo ai tir

28 Settembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Limite di velocità 30 km/h per tutti sul viadotto, accessibile di nuovo ai tir
Attualità
0

Autobus e  camion tornano a transitare sul viadotto Federico II, ma devono rispettare il limite di velocità di 30 km/h. Due nuove ordinanze, che consentono la circolazione ai mezzi pesanti, sono state emesse in attesa di conoscere l’esito delle prove carico.  Consentito solo il traffico dei mezzi autorizzati.

Il viadotto Federico II torna percorribile, temporaneamente, per i mezzi pesanti. La circolazione è consentita di nuovo ad autobus e camion di massa superiore e 3,5 tonnellate autorizzati, nelle more di conoscere l’esito delle prove di carico che il Comune ha commissionato a tecnici della Sidercem, la stessa ditta che due anni fa ha effettuato i rilievi per accertare le condizioni dei due ponti. Le nuove disposizioni sono contenute in due ordinanze firmate rispettivamente dal sindaco, Cettina Di Pietro e dal comandante delle Polizia municipale, Angelo Carpanzano, che sostituiscono quelle emesse all’incirca un mese fa, che vietavano il traffico dei mezzi pesanti sul viadotto indirizzandolo sul ponte del Rivellino.

A distanza di poche settimane (il divieto era entrato in vigore il 2 settembre scorso) dal ponte del Rivellino pullman e camion si spostano di nuovo sul viadotto, ma devono rispettare il limite di velocità di 30 km/h. I trasgressori saranno multati. Il Comune sta noleggiando un rilevatore di velocità e i trasgressori saranno multati. Il mantenimento di una velocità piuttosto moderata è stato suggerito da un ingegnere della Sidercem, alle cui indicazioni l’amministrazione comunale si è attenuta nell’emettere le nuove ordinanze. Ma perché nel giro di poche settimane sono cambiate le disposizioni? Una domanda, questa, che in molti si pongono.  Lo spiega il sindaco ricordando che: “a seguito delle riunioni in Prefettura sullo stato del viadotto e del ponte del Rivellino avevamo interdetto al flusso veicolare dei mezzi di massa superiore a 3.5 tonnellate il Federico II trasferendolo sul ponte del Rivellino, impegnandoci a stabilire dei criteri per autorizzare il transito di alcuni mezzi di massa superiore al limite stabilito.

Criteri che non è stato facile adottare senza uno studio approfondito che, pertanto, abbiamo commissionato, per effettuare le prove di carico. Le nuove ordinanze avranno durata temporanea, per il periodo che intercorrerà dall’affidamento dell’incarico, che è stato fatto lo scorso giovedì, e la consegna dello studio per un periodo presumibile di 15 giorni”. Per quanto riguarda gli interventi di manutenzione straordinaria del  Federico II e  dei ponti attigui alla Porta Spagnola, che interesseranno in via prioritaria il viadotto, il sindaco fa sapere che il relativo progetto esecutivo è pronto e include non solo lavori per il viadotto, ma anche quelli per il confinante cavalcavia di corso Sicilia, “che – sottolinea – non è sottoposto a manutenzione da tempo immemore”.

“Si tratta un progetto complesso – aggiunge il primo cittadino – ma di fronte alla necessità di procedere nell’immediato si lavorerà sui 5 piloni, con un intervento sicuramente meno oneroso. Nel corso dell’incontro che avuto, nei giorni scorsi, con l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone abbiamo discusso dei ponti. Per reperire i finanziamenti necessari stiamo valutando la possibilità di attingere ai fondi stanziati per opere di Protezione civile. Sempre alla ricerca di somme destinare alla manutenzione dei ponti e alla viabilità del centro storico, a breve incontrerò il nostro nuovo vice ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com