breaking news

Augusta| Mancata partecipazione ai bandi europei, Casertano: opportunità perse

Augusta| Mancata partecipazione ai bandi europei, Casertano: opportunità perse
Politica
0

La positive ricadute sulla città che darebbe l’utilizzo dei fondi europei sono molteplici e Augusta non può non fare di tutto per avvalersi delle somme messe a disposizione dei Comuni per progetti ritenuti meritevoli, soprattutto in considerazione dei ridotti trasferimenti di Stato e Regione agli Enti Locali.

Massimo Casertano, presidente del movimento “Augusta città libera” stigmatizza il mancato reperimento di somme necessarie per lo sviluppo del territorio. Nel corso di una conferenza stampa ha elencato, con carte alla mano, una serie di bandi già scaduti a cui il Comune megarese non avrebbe partecipato: “per mancanza di programmazione e competenza. Se non è così qualcuno mi smentisca. Per accedere ai finanziamenti sono necessarie: competenza, organizzazione e programmazione”.

Un  fornito elenco di bandi già scaduti per il reperimento di somme nell’ambito della misura Po Fesr 2014-2017 per: interventi di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero degli alloggi dei Comuni e dell’ex Iacp per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche e sociali (per un importo senza limite massimo);  per la riqualificazione sociale e culturale della aree urbane degradate per un importo massimo di 200 mila euro; per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione di rilevanza strategica (aree protette in ambito terrestre e marino) tali da consolidare e promuovere processi di sviluppo (senza limite massimo di finanziamento). E ancora per interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione  di rilevanza strategica per un importo massimo di 300 mila euro; interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione costiera, problema quest’ultimo da cui Augusta è particolarmente penalizzata. Per questo tipo di intervento lo stanziamento non superava i 500 mila euro, ma si tratta, secondo Casertano, di una cifra utile che il Comune avrebbe potuto impiegare per il contenimento del fenomeno franoso della zona Badiazza. E poi ancora ha parlato di mancate occasioni date alle imprese che non vengono informate sui finanziamenti a cui hanno diritto di avere accesso, per la mancata istituzione di uno sportello per le imprese da parte del Comune.

Casertano ha fatto riferimento poi all’azione 9.6.6, dedicata ai Comuni siciliani per riqualificare immobili da destinare ad attività socio –culturali e sportive, per un importo massimo di 600 mila euro e a tal proposito il sindaco Cettina Di Pietro nella sua pagina Facebook ha inviato alla mappatura degli stakeholder, (soggetti rilevanti ai fini dell’iniziativa. Al riguardo il presidente di Augusta città libera  chiede al primo cittadino se il Comune sia  in possesso di un progetto esecutivo visto che i bandi scadranno il 13 maggio.

Il sindaco Cettina Di Pietro replica dicendo di essere perfettamente a conoscenza delle opportunità perdute e dei finanziamenti a cui potrebbe avere accesso il Comune. Precisa che gli uffici comunali non sono dotati di personale competente e qualificato in materia e che per presentare  i bandi gli Enti locali si avvalgono di consulenze esterne, così come hanno fatto le passate amministrazioni di Augusta. Per assumere consulenti bisogna prevedere spese  da inserire in bilancio. Il sindaco ha annunciato la stipula di una sorta di protocollo d’intesa con l’Università di Catania, così da contenere l’onere economico a carico del Comune.

“Non occorre che qualcuno ci ricordi cosa fare – afferma il primo cittadino – siamo informati delle possibilità che ha il Comune per reperire i finanziamenti e faremo il possibile per sfruttarle. Riguardo alla mappatura dei cosiddetti stakeholder, sottolinea che è stato pubblicato l’avviso e che il Comune, consapevole del fatto che i bandi stanno per scadere sta cercando partner. Gli interventi hanno la finalità di contribuire al miglioramento dei contesti urbani, caratterizzati da elevato disagio sociale, degrado ambientale ed alti tassi di dispersione scolastica recuperando e riqualificando immobili pubblici con un focus specifico sui beni confiscati, da destinare all’erogazione di servizi e attività sociali e/o con funzioni di animazione socio-culturale e sportiva, in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione attiva della popolazione residente e degli attori del volontariato, associazionismo, terzo settore operanti a livello territoriale.

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com