breaking news

Augusta | McDonald’s in area comunale abbandonata: “legittima la concessione” spiega l’assessore Tedesco

22 Febbraio 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | McDonald’s in area comunale abbandonata: “legittima la concessione” spiega l’assessore Tedesco
Attualità
'
0

Conformità urbanistica zona F del piano Marcon – McDonald’s. L’assessore Tedesco chiarisce alcuni aspetti della vicenda legata alla nascita del più famoso fast food ad Augusta in area comunale abbandonata, in seguito alla diffida che Legambiente e Natura Sicula hanno inoltrato al Comune chiedendogli di revocare la concessione del terreno.

In seguito alla diffida che le associazioni Legambiente e Natura Sicula hanno inviato al Comune chiedendogli di revocare la concessione dell’area che si trova tra Corso Sicilia e via Aldo Moro alle spalle del Palajonio da destinare alla nascita del più famoso fast food con opere annesse, l’assessore all’Urbanistica Giuseppe Tedesco difende la legittimità dell’atto. Le associazioni sostengono che, essendo terreno in questione classificato dal piano regolatore comunale come zona per attrezzature e impianti d’interesse generale (zona F), in tali zone omogenee “ogni iniziativa è riservata alla pubblica amministrazione ed è esclusa la realizzazione di attività commerciali che, a differenza dei mercati, non soddisfano un interesse pubblico ma un interesse lucrativo privato”.  “Come è noto per effetto dell’articolo 2 e dell’art. 4 del D.M. 2 aprile 1968 numero 1444 le zone territoriali omogenee “F” comprendono le parti del territorio destinate ad attrezzature ed impianti di interesse generale.  In particolare va osservato che le opere di interesse generale costituiscono una categoria logico giuridica nettamente differenziata rispetto a quella delle “opere pubbliche”, comprendendo quegli impianti e attrezzature che- sottolinea l’assessore Tedesco – sebbene non destinate a scopi di stretta cura della pubblica amministrazione, sono idonee a soddisfare bisogni della collettività, ancorché vengano realizzati e gestiti da soggetti privati”.

Secondo l’amministrazione Comune non vi è dubbio sul fatto che, l’opera che si chiede di realizzare sia opera di interesse generale o comune. “Difatti gli esercizi commerciali di questa metratura – aggiunge Giuseppe Tedesco – sono destinati a soddisfare le esigenze della collettività in quanto è l’attività commerciale in questione ad essere complementare ai servizi di interesse pubblico che verranno realizzate e non viceversa.” L’area dedicata all’attività commerciale sarà pari a 490 metri quadrati circa mentre l’area adibita a servizio della collettività sarà pari a mq 5.850 quest’ultima così suddivisa: 250 mq di superficie ospiteranno il campo da basket, lo spazio giochi per bambini occuperà una superficie di circa mille mq e l’area adibita a parcheggio-viabilità si estenderà su 4.600 mq circa. “Pertanto risulta lapalissiano come la proposta progettuale in termini di spazi/aree dedicati così come presentata, abbia finalità di interesse collettivo (in conformità allo strumento urbanistico) volta a soddisfare l’interesse pubblico reso alla cittadinanza. Non di meno, trova considerazione la riqualificazione dell’area su cui insisterà l’opera. Si tratta- conclude l’assessore all’Urbanistica – di un ampio spazio rimasto nell’ultimo ventennio e più allo stato di abbandono e ricettacolo di rifiuti abbandonati e di attività occulte. Tale iniziativa di riqualificazione consentirà alla cittadinanza di fruire di ampi spazi ben progettati e realizzati che favoriscano la socialità e lo sport e possano essere utilizzati dalle famiglie”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *