breaking news

Augusta | McDonald’s: opportuno realizzarlo in un’altra area secondo Gianbattista Totis

Augusta | McDonald’s: opportuno realizzarlo in un’altra area secondo Gianbattista Totis
Politica
'
0

In seguito alla diffida che le associazioni Legambiente e Natura Sicula hanno inviato al Comune chiedendo di revocare la concessione dell’area che si trova tra Corso Sicilia e via Aldo Moro alle spalle del Palajonio per consentire l’insediamento di un noto fast food, l’assessore all’Urbanistica Giuseppe Tedesco ha risposto difendendo la legittimità dell’atto. Su tale risposta interviene Gianbattista Totis, ex assessore ed ex consigliere comunale, proponendo aree alternative da destinare alla nascita del McDonald’s, ritenendo, a suo avviso, quella in questione non idonea perché, non solo lascerebbe poco spazio alla pubblica fruizione ma anche per la sua ubicazione a ridosso di una strada di uscita della città.

Non si spengono i riflettori sulla vicenda relativa alla concessione da parte del Comune di un’area per consentire l’insediamento di un noto fast food. Sull’argomento dopo i chiarimenti forniti in difesa della legittimità dell’atto forniti dall’assessore all’Urbanistica Giuseppe Tedesco, una lettera aperta è stata inviata a quest’ultimoea trasmessa, per conoscenza anche al sindaco Giuseppe Di Mare da Gianbattista Totis, ex assessore ed ex consigliere comunale, nonché candidato sindaco alle amministrative del 2015. Le contestazioni delle associazioni ambientaliste, al di là del merito giuridico, su cui Gianbattista Totis non entra, sono, a suo giudizio: “fondate, nella sostanza, da semplici considerazioni messe in luce proprio dalla replica dell’assessore”.

Sostenere che i 5600 mq di cui 4600 destinati a parcheggio e viabilità e 1000 a spazio giochi per bambini e campo di basket siano a servizio della collettività lascia molto perplessi perché è di tutta evidenza, che saranno aree legate funzionalmente all’intervento commerciale che insisterà su 490 metri quadrati. Infatti il parcheggio, anche se formalmente pubblico – sottolinea Totis– sarà a servizio quasi esclusivo dell’area commerciale medesima come pure le altre strutture che costituiranno, altresì, un richiamo funzionale all’offerta commerciale; considerando che la utenza interessata a questo tipo di offerta è in prevalenza giovanile e di famiglie con bimbi piccoli, il tutto si rivela funzionale alla strategia commerciale dell’impresa stessa, come, d’altra parte, si è realizzato altrove. Quindi si opererà, di fatto, una trasformazione in senso privatistico dell’area, che resterà, solo formalmente, pubblica”.

Altra criticità è data, secondo Gianbattista Totis, dalla localizzazione  limitrofa ad una strada di uscita della città sempre affollata e alla struttura sportiva vicina che meriterebbe, questa si, un’area verde attrezzata di servizio aperta al pubblico. “Quindi – aggiunge – perché non approfittare dell’attenzione suscitata dalle polemiche e sistemare l’area , finalmente, in maniera utile rivedendo magari le condizioni di uso del pallone tensiostatico con piccoli interventi di corredo per attrezzare un area sportiva fruibile da tutti”? Qualora, inoltre, l’amministrazione, legittimamente, volesse sostenere l’impianto dell’esercizio commerciale di cui trattasi in città, potrebbe, ritiene Totis, proporne il suo insediamento “in un area latistante piazza unità d’Italia dove 460 metri quadrati non inciderebbero significativamente nel contesto e dove peraltro sono presenti parcheggi abbondanti e largamente inutilizzati il che contribuirebbe alla rivitalizzazione dell’area, oggi poco frequentata. “Potrei ancora largamente discettare in merito, proponendo aree prossime alla caserma dei carabinieri o al supermercato o altro (aree private e quindi oltremodo onerose per l’investimento difficilmente  scaricabili come oneri di gestione) -conclude Totis – ma penso di aver già abusato della sua attenzione”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *