breaking news

Augusta | Messa in sicurezza dell’ex discarica di Ogliastro: tavolo tecnico e sopralluogo

25 Febbraio 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Messa in sicurezza dell’ex discarica di Ogliastro: tavolo tecnico e sopralluogo
Attualità
'
0

In seguito alla richiesta che diversi comitati ed associazioni hanno, nei giorni scorsi, inviato ai Comuni sede di ex discariche da bonificare, l’Amministrazione Di Mare ha subito agito convocando, tramite il suo ufficio Ecologia, un tavolo tecnico. E’ stato, inoltre, effettuato un sopralluogo nell’ex discarica di contrada Ogliastro e si è convenuto sulla necessità di eseguire un’attività di indagine propedeutiche.

Un tavolo tecnico, per la messa in sicurezza permanente dei bacini dell’ex discarica comunale sita in contrada Ogliastro, si è svolto ad Augusta su convocazione dell’ufficio Ecologia. Nella discarica è stato, inoltre, effettuato un sopralluogo per la propedeutica ricognizione e mappatura delle criticità ambientali di interesse per la realizzazione dell’intervento. L’incontro si è svolto nella sede dell’ufficio Ecologia ed ha registrato la partecipazione di Marcello Farina per l’ Agenzia regionale per la Protezione dell’Ambiente, dipartimento Attività produttive ed impatto sul territorio, Emanuele Annino e Giliberto per il Libero consorzio comunale di Siracusa settore- Rifiuti e Bonifiche, Edoardo Pedalino, responsabile del settore Ecologia del Comune di Augusta, Concetto Cannavà assessore comunale alla Transizione ecologica. Dell’iniziativa sono stati messi a conoscenza: la direzione generale per il risanamento ambientale del ministero dell’Ambiente e il Dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti, servizio Bonifiche.

A seguito del sopralluogo nella discarica, effettuato nella stessa giornata  è stato concordato che, ai fini conoscitivi di eventuali criticità ambientali per la progettazione di qualsiasi attività da eseguire siano necessarie propedeutiche indagini. Si tratta nello specifico, come spiega l’assessore Cannavà di: “sondaggi spinti, da una rete di monitoraggio piezometrica, e da  una serie di analisi per Top-Soil concordati con l’Arpa, e una serie di indagini geofisiche per definire i vari corpi di discarica” . Si è convenuto, inoltre, di redigere un documento di indirizzo alla progettazione in conformità all’ attuale normativa.  Infine il Comune, essendo di soggetto attuatore per la messa in sicurezza, ha recepito le indicazioni  e come tale si farà carico per l’indagine relativa all’ intera area formata da otto bacini.

“Ma la messa in sicurezza – spiega l’assessore Cannavà – secondo l’importo previsto nell’Accordo programmati del 2015 che è pari  1.483.155 è esclusivamente relativa ai bacini 7 – 8, e si riserva di chiedere successivamente agli enti ministeriali una rimodulazione delle risorse economico finanziarie per l’ intera area composta da 8 bacini. “L’Amministrazione Di Mare continua fermamente nell’ impegno di bonifica non solo della discarica di Ogliastro, problema –che esiste da decenni e mai affrontato dalle Amministrazioni precedenti essendo sempre stati assenti negli anni in tutte le interlocuzioni e decisioni tra Stato, Regione e Provincia. Diversamente oggi questo Assessorato si mostra parte attiva e propositiva alla risoluzione dell’annoso problema, continuando a mantenere alta l’ attenzione su tutte le criticità del territorio lasciato in abbandono da tantissimi anni”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *