breaking news

Augusta| Mozione piattaforma insegnanti Caruso replica a Triberio

Augusta| Mozione piattaforma insegnanti Caruso replica a Triberio
Politica
0

Il capogruppo del M5S, Mauro Caruso replica a nome della maggioranza consiliare alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere comunale di Liberi e Uguali, Giancarlo Triberio all’indomani dell’approvazione della mozione di indirizzo presentata dai consiglieri di Territorio Unito Salvo Aviello e Irene Sauro a sostegno della “Piattaforma programmatica degli insegnanti siciliani”.

In particolare Triberio ha lamentato la bocciatura di un suo emendamento che impegnava l’amministrazione comunale a indicare un proprio rappresentante che sostenesse e seguisse direttamente la vicenda sia al Miur che all’Anci. Ma Caruso risponde sostenendo che il Moviemento 5 Stelle è l’unico oppositore della legge sulla “Buona scuola” accusando Triberio di non avere le idee ben chiare su idee e competenze.

“Uno dei motivi che ci hanno portati a scendere in politica a tempo determinato – afferma Caruso – è la grande incapacità dei così detti “professionisti della politica” che tentano di scalare le poltrone del potere a scapito del cittadino comune, fonte solo di voti, alimento indispensabile per raggiungere i loro obiettivi.  Quindi dimenticano ben presto il senso di vergogna e, pur di arrivare all’apice, sottostanno a compromessi e ai diktat imposti dai loro “capi” che rappresentano il peggio che abbiamo in Italia. Seguendo le regole non scritte della loro politica il consigliere Triberio inizia a mentire cercando di nascondere ciò che ha avallato al tempo senza remore accusando, adesso, che al M5S non interessano le sorti degli insegnanti, nonché delle rispettive famiglie, costretti a una trasferta forzata a causa della legge 107/2015  “buona scuola”. Al consigliere, dalla memoria corta, ricordiamo che, a tale legge, l’unica vera opposizione fu propria dei penta stellati mentre lo stesso Consigliere era segretario comunale del PD, poi traghettato nel marzo del 2017 ad Articolo 1- Mdp per poi approdare al Leu. Probabilmente – prosegue il capogruppo del M5S – l’insuccesso politico è legato alla raggiunta maturità politica degli italiani che bocciano inesorabilmente coloro che saltano da una zattera all’altra pur di rimanere a galla a suon di insensati proclami populistici e demagogici.

Ebbene, La mozione presentata dai consiglieri Aviello e Sauro , a similitudine di altri comuni, intesa a promuovere, sensibilizzare, una revisione di tale norma non necessitava di alcun correttivo – puntualizza Caruso  ma ciononostante, pretestuosamente e strumentalmente, il consigliere Triberio  presenta un emendamento insostenibile e fuori luogo. Come nel suo stile politico manca il legame tra ciò che possibile, corretto fare, e ciò che viene richiesto. Il consigliere Triberio mostra palese confusione per quanto riguarda le competenze: chiede, nel suo emendamento,  all’amministrazione di nominare un rappresentante che sostenesse e seguisse direttamente la vicenda al Miur e all’Anci.  Evidentemente c’è confusione sui criteri e le modalità di risoluzione delle questioni. Chi dovrebbe essere questo soggetto dell’ente locale che dovrebbe assumere questo ruolo di sostenitore/osservatore?  Un assessore, un responsabile di settore, un dipendente, che lo indicasse specificandone con quale autorità, incarico, dovrebbe relazionarsi con gli enti citati. Magari ci indichi le motivazioni con la quale impegnare le somme per tale tipo di attività.

La manovra correttiva della legge rientra nelle prerogative del governo, la leggi non le fanno il Miur e L’Anci.  Invitiamo il consigliere a spendere le proprie energie per la città e non a fabbricare situazioni ambigue dove scialacquare in un torbido mare di disinformazione, cercando di scaricare le colpe agli altri per averne un beneficio personale. Questo tipo di politica è scorretta ma davanti ad una carriera si metterebbero sotto i piedi principi come rispetto, onore e sincerità.  Purtroppo quest’ennesimo teatrino avvalora quanto denunciato da tempo, ovvero che ci sono alcuni consiglieri che hanno scambiato il Consiglio comunale per un palcoscenico di teatro dovendo assistere, nostro malgrado, alla rappresentazione di un pessimo copione. Il Movimento 5 stelle è stato da subito e continua a esserlo un forte oppositore di questa legge al contrario di chi oggi vorrebbe ripulirsi sotto altra bandiera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com