breaking news

Augusta | Nasce nel salotto, Sebastiano Gaggero. Tra le braccia della nonna col cordone ombelicale arriva nel reparto ospedaliero

Augusta | Nasce nel salotto, Sebastiano Gaggero. Tra le braccia della nonna col cordone ombelicale arriva nel reparto ospedaliero
Sanità
'
0

Si chiama Sebastiano Gaggero, pesa 2 chili e 840 grammi, ed è nato stamattina alle 8,30 nel salotto della casa dei suoi genitori ad Augusta. La mamma del piccolo un giorno prima del compimento del nono mese di gravidanza, colta dalle contrazioni, si è sdraiata sul pavimento e l’ha partorito.

E’ nato nel salotto di casa, il piccolo Sebastiano che ha visto la luce stamattina alle 8,30, prima che la sua mamma compisse il nono mese di gravidanza che si sarebbe concluso domani. Il primo nato ad Augusta, dopo la chiusura circa 10 anni fa del reparto di ginecologia –ostetricia dl Muscatello, pesa 2 chili e 840 grammi ed è figlio di Silvio Gaggero augustano e Dyana Vaiasicca di Priolo, entrambi ventisettenni residenti ad Augusta. La partoriente si è svegliata con stanchezza e leggeri dolori fino ad arrivare alle doglie che l’hanno portata a stendersi sul pavimento. Il marito ha chiamato il 118 e prima dell’arrivo dell’autoambulanza il bimbo era già nato.

E’ stato preso in braccio dalla nonna materna con il cordone ombelicale ancora attaccato che è stato tagliato dai medici quando la donna e suo figlio sono stati trasferiti all’ospedale di Lentini dove ora si trovano ricoverati in buone condizioni di salute. E’ stata un’esperienza davvero emozionante per l’insolito parto avvenuto, senza complicazioni, all’interno delle mura domestiche. Sebastiano Gaggero è venuto alla luce nella città dove vivono suoi genitori. “Una cosa incredibile, è nato in salotto – ha detto il papà del neonato – . In questo momento sono ancora sotto shock. Non riesco a trovare le parole e la mamma è stata pazzesca, solo lei sa come ha fatto a far sì che questo potesse accadere “Ora sono entrambi ricoverati. Ma l’importante è che stanno bene e io sono felicissimo. Sembrava un incantesimo” queste le parole del papà Silvio. Da quasi 10 anni il Comune di Augusta non registrava una nascita, ma solo le residenze dei bambini che vengono partoriti in altri ospedali, da quando nel febbraio del 2012 il reparto di ginecologia ostetricia è stato trasferito con tutta la sua equipe nel nosocomio di Lentini.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com