breaking news

Augusta| Nuovo meetup Augusta 2.0. Diffidati ad usare simbolo M5S

12 Dicembre 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Nuovo meetup Augusta 2.0. Diffidati ad usare simbolo M5S
Politica
0

Nilo Settipani ex consigliere del M5S transitato al gruppo misto “In qualità di Portavoce comunale del Meetup Augusta 2.0 rivendico pari dignità”.

300x250 Cacciaguerra OnoranzeCon una nota fatta pervenire attraverso il social il Movimento 5 Stelle spiega: “Unici legittimati a parlare per conto del M5S sono sindaco e consiglieri. Altri, mistificatori perseguibili ai sensi di legge”.

In relazione alla nascita di un nuovo meetup nella città di Augusta – si legge nel documento – il Movimento 5 Stelle precisa che il Sindaco, la squadra di assessori e i consiglieri comunali, sono gli unici titolati a parlare in nome e per conto del Movimento 5 Stelle. Chiunque millanti una appartenenza al Movimento 5 Stelle, non solo dice il falso ma sta anche commettendo un reato perseguibile ai sensi di legge per uso improprio di simbolo appartenente ad altri. Per tali ragioni, diffidiamo questi soggetti terzi a parlare a nome del Movimento 5 Stelle e sottolineiamo che, qualora questi ultimi, rendano dichiarazioni agli organi di stampa e alla cittadinanza, lo faranno a solo titolo personale e non come soggetti riconducibili al Movimento stesso. Il perdurare di tali situazioni, sarà motivo di azioni legali. Si invitano pertanto gli organi di stampa e la cittadinanza a considerare come dichiarazioni per nome e per conto del Movimento 5 Stelle, quelle rese da Sindaco, assessori e consiglieri comunali. Eventuali dichiarazioni rese da tali soggetti terzi, sono da considerare come legittime esternazioni rese a mero titolo personale”.

output_l2vs8d

L’ex consigliere pentastellato transitato al gruppo misto e componente del nuovo meetup Augusta 2.0, replica: “Sono un attivista augustano sin dalla nascita del primo meetup, eletto nel 2015 in consiglio comunale nella lista M5S. Purtroppo con moltissimo dispiacere – scrive Settipani – sono stato costretto ad uscire da questo gruppo consiliare perchè si è trasformato in un partito politico, disattendendo il programma elettorale.

Pertanto rivendico pari dignità dentro e fuori il consiglio e non mi lascerò certo intimorire da comunicati anonimi. Come mai arriva da Palermo una nota sul Meetup Augusta 2.0 in meno di 24 ore dalla notizia? E finora viceversa da Palermo non è mai arrivata una nota sulle irregolarità di questa amministrazione, che ho regolarmente denunciato agli organi competenti interni ed esterni?
Come mai Palermo invece di preoccuparsi delle nascite di  nuovi Meetup non si preoccupa di quei portavoce che ledono l’immagine del M5S non confrontandosi coi cittadini ma agendo come un partito politico?”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com