breaking news

Augusta | Nuovo pozzo: lo scavo è già andato oltre i cento metri

21 Novembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Nuovo pozzo: lo scavo è già andato oltre i cento metri
Attualità
'
0

Sono entrati nel vivo i lavori di realizzazione del nuovo pozzo. Lo scavo ha già superato i cento metri. Sempre in tema idrico, nei giorni scorsi è stata approvata una delibera di Giunta affinché il Comune possa avvalersi della procedura denominata “Accordo Quadro” con un aumento che porta lo stanziamento complessivo a 300.000 euro per il 2023, per garantire un adeguato sistema di gestione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti e delle reti del sistema idrico integrato,

Proseguono speditamente i lavori di realizzazione del pozzo che si sta creando nella zona dove insisteva il vecchio pozzo ormai inutilizzabile. Come fa sapere il sindaco Giuseppe Di Mare lo scavo è stato già effettuato oltre i cento metri e si continua a perforare. La durata dei lavori prevista è di 70 giorni ma si tratta di una scadenza approssimativa, visto che data la particolarità degli interventi e considerata l’esperienza vissuta quando è stato realizzato il primo nuovo pozzo, attivo da un anno. L’allestimento del cantiere è avvenuto a metà ottobre e i lavori sono materialmente stati avviati nelle settimane successive. L’opera costerà  poco meno di 300 mila euro ed è necessaria per soddisfare il fabbisogno idrico cittadino perché, appunto, come ha già più volte asserito l’Amministrazione comunale “è morto”

Nelle immediate vicinanze della fonte di approvvigionamento idrico comunale attiva si sta realizzando il secondo pozzo, nonché accanto al vecchio pozzo che non si può più ripristinare. I lavori vengono svolti  dalla ditta “Tecnogen srl,,di Mussomeli (Caltanissetta), per un importo di 298.049, che ha praticato un ribasso d’asta del 21,521. Nel momento in cui anche questo sarà disponibile verrà meno la necessità di utilizzare il pozzo privato del cantiere navale Tringali che serve a coprire il fabbisogno d’acqua dell’isola, dato che rete idrica è un colabrodo e nell’erogazione si disperdono 23 litri di acqua al secondo. Pertanto considerato il fatto che per soddisfare le necessità di prezioso liquido cittadine ne servono 40 litri al secondo, occorre immetterne in rete 63 litri al secondo. Di conseguenza si mantiene ancora attivo il pozzo privato, nelle more di completare la costruzione del terzo pozzo.

Intanto, come ha reso noto il primo cittadino via social, al fine di garantire un adeguato sistema di gestione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti e delle reti del sistema idrico integrato, nei giorni scorsi è stata approvata una delibera di Giunta L’esecutivo ha prodotto un atto affinché il Comune possa avvalersi della procedura denominata “Accordo Quadro” con un aumento che porta lo stanziamento complessivo a 300.000 euro per il 2023. “Un accordo – dichiara il sindaco che ci permette di programmare ed effettuare interventi manutentivi ordinari e straordinari che si dovessero rendere necessari durante l’anno”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 781

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *