breaking news

Augusta | Nuovo terminal container al porto, consegnati i lavori alla presenza di Musumeci e Cancelleri

Augusta | Nuovo terminal container al porto, consegnati i lavori alla presenza di Musumeci e Cancelleri
Attualità
'
0

Si è tenuta stamattina nella sede legale di Augusta dell’Asdp, alla presenza del governatore della Sicilia Nello Musumeci e del sottosegretario di Stato al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Giancarlo Cancelleri, la cerimonia di consegna dei lavori per la costruzione del nuovo terminal banchine container nel porto di Augusta. Un’opera, programmata da tanto tempo e che ha subito forti ritardi, che rafforza il porto da un punto di vista infrastrutturale per renderlo competitivo. Sarà realizzata con una somma pari a 175 milioni di euro al lordo del ribasso.

Consegnati, oggi, nella sede dell’Autorità di sistema portuale, i lavori per la costruzione del nuovo terminal banchine container nel porto di Augusta.  Alla cerimonia sono intervenuti: il presidente della Regione Nello Musumeci, il sottosegretario di Stato al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Giancarlo Cancelleri, i sindaci di Augusta, Giuseppe Di Mare e di Melilli, Giuseppe Carta, il contrammiraglio Andrea Cottini, comandante di Marisicilia. Presenti, tra gli altri, anche il presidente del Consiglio comunale, Marco Stella, l’assessore agli Affari portuali, nonché vice sindaco del Comune megarese, Tania Patania, il senatore Pino Pisani e il deputato nazionale Paolo Ficarra. Si tratta di un’importante opera che sarà realizzata con una somma pari a 175 milioni di euro al lordo del ribasso. Gli interventi, che avranno una durata di 3 anni e mezzo saranno effettuati dall’Ati formata da gruppo Icm e Sidra, prevedono l’ampliamento dei piazzali esistenti all’interno dello scalo commerciale, mediante, appunto, la realizzazione di un nuovo terminal contenitore nell’area ubicata al di sotto della linea ferroviaria Siracusa –Catania a nord delle banchine esistenti. A conclusione dei lavori il nuovo terminal sarà costituito da tre banchine operative, per uno sviluppo totale di circa 600 metri e predisposizione delle strutture per installazione di idonee gru per lo scarico e da un piazzale, con portate di 4 t/mq con estensione di circa 115 mila mq. I lavori inizieranno a settembre.

Il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale, Francesco Di Sarcina nel premettere di avere assunto, quando si è insediato, impegni nei confronti della collettività ha evidenziato che è stata sbloccata un’opera ferma da tantissimi anni. “Era appalta, poi è stato rescisso il contratto ed è stata caratterizzata da una serie travagliata di vicende. Oggi – dice Di Sarcina – con una nuova Ati avviamo concretamente un cantiere, che è quello del primo e secondo lotto del terminal contenitori del porto di Augusta. E’ un’opera che grava su fondi Pon, la cui rendicontazione deve essere fatta, purtroppo, entro il dicembre 2023 e quindi noi siamo consapevoli di non fare in tempo, ma nonostante tutto intendiamo iniziarlo, perché vogliamo dimostrare di essere autorevoli, seri e precisi e poi chiederemo aiuto per trovare il modo di non perdere i soldi. La consegna dei lavori del nuovo terminal container ad Augusta insieme ai lavori di ripristino della nuova darsena nel porto di Catania, costituisce una pietra miliare per il nostro Ente che prevede di posarne parecchie altre nei prossimi anni. I porti non si fermano e chi ha il compito di governarli  gestirli – conclude il presidente dell’Adsp – deve stare al passo con i tempi e le esigenze degli operatori, del mercato e del territorio”.

GUARDA IL SERVIZIO VIDEO COMPLETO

Il sottosegretario Cancelleri ha sottolineato che, dopo gli sforzi per la nomina di un presidente dell’Adsp con una grande comunione di intenti tra i governi nazionale e regionale si avvia una nuova fase. “Una fase che abbiamo voluto fortemente Augusta e in generale la Sicilia rientrano in una strategia dei porti nazionali che il nostro governo ha ben presente e ben chiara. Cominciano dei lavori non più rinviabili e la programmazione di nuovi”.Il governatore Musumeci ha parlato della necessità che la Sicilia sia messa nelle condizioni di giocare un ruolo importante nel Mediterraneo nei prossimi 10 anni.  “Purtroppo- afferma – negli ultimi 40 anni il prodotto interno lordo ha relegato la Sicilia in coda a tutte le classifiche con tutti i governi nazionali e regionali. Se riusciamo a far diventare centralità la marginalità rispetto al continente europeo che come regione paghiamo, è chiaro che diventiamo competitivi con le regioni del nord. E per far ciò serve rendere la Sicilia appetibile sul piano infrastrutturale. Non è possibile che il porto di Augusta che è nato come scalo militare e che si è trasformato in porto mercantile debba caratterizzare la sua attività per quasi il 90% in petrolifera. Augusta è la Sicilia orientale in abbinamento con Catania, le merci che arrivano dal Canale di Suez devono sbarcare qui. Ecco perché è una corsa contro il tempo perché tutti i governi negli ultimi decenni non si sono preoccupati di chiedersi se le infrastrutture portuali in Sicilia fossero nelle condizioni di poterci rendere terra di approdo. Ecco qual è la scommessa che stiamo oggi cercando di giocare”.

“Da tempo sentiamo dire che il porto di Augusta ha grandi potenzialità. Io sono sicuro che insieme e con questo spirito di collaborazione riusciremo a fare buone cose per il nostro territorio e il nostro porto – ha detto il sindaco Di Mare – e soprattutto per lasciare concretezza e un risultato migliore grazie a questa governance”.“Le sinergie che in questo momento ci sono nel porto di Augusta fra tutte le istituzioni, compresa la Marina militare – ha aggiunto il contrammiraglio Cottini – sono veramente eccellenti e stanno producendo degli effetti che vedremo nel futuro. In particolare mi riferisco agli accordi che sono stati stipulati tra Marina militare, Adsp e Comune per il terzo ponte per Augusta, il terzo pozzo per fornire l’acqua all’Autorità portuale e la cessione all’Adsp dell’ex foresteria”. L’avvio di questa importante opera e la collaborazione e la sinergia di cui parla il comandante di Marisicila ci lasciano ben sperare – commenta il presidente del Consiglio comunale Marco Stella – abbiamo un’Adsp nel pieno della sua operatività e una partecipazione alla consegna dei lavori di oggi trasversale, che prescinde dalle posizioni politiche e che pone  Augusta al centro dell’attenzione”. I lavori sono stati illustrati dal segretario generale dell’Adsp Attilio Montalto.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *