breaking news

Augusta | Oggi al porto sbarco di 410 migranti, giunti ieri in rada. La Lega Sicilia ha protestato contro il loro arrivo

Augusta | Oggi al porto sbarco di 410 migranti, giunti ieri in rada. La Lega Sicilia ha protestato contro il loro arrivo
Attualità
'
0

Sbarcheranno oggi al porto i 410 migranti giunti in rada, ieri, intorno alle 18 a bordo dalla “Geo Barents”, la nave di Medici senza frontiere. Ad aspettarli nei pressi dello scalo megarese c’era una delegazione della Lega Sicilia, guidata dal segretario regionale Nino Minardo, e dal responsabile provinciale Vincenzo Vinciullo. Le operazioni di sbarco saranno avviate stamattina.

Sono arrivati ieri nella rada megarese i 410 migranti tratti in salvo in sette interventi, dall’equipaggio della “Geo Barents”, nave di Medici senza frontiere. Tra essi ci sarebbero una novantina di minori non accompagnati, 21 dei quali di età compresa tra i 13 e i 15 anni. Alcune persone con problemi di salute avrebbero bisogno di strutture ospedaliere specializzate. Augusta è stato il porto assegnato alla “Geo Barents” dopo sette giorni.  Assegnazione che ha fatto tirare un sospiro di sollievo alla organizzazione non governativa: “dopo sette giorni dal primo salvataggio effettuato a Geo Barents è stato assegnato un porto sicuro: 410 sopravvissuti saranno finalmente sbarcati in sicurezza a Augusta come da diritto marittimo internazionale. Un salvataggio si considera concluso solo quando le persone vengono sbarcate in luogo sicuro”. Ma non tutti la pensano in questo modo.

A protestare ieri pomeriggio nei pressi del porto contro gli sbarchi di migranti c’era una delegazione della Lega Sicilia. “Oggi è il giorno della nostra protesta – dice il segretario regionale del partito, Nino Minardo presente al sit- in  tanto civile quanto dura e decisa; la facciamo ad Augusta mentre arriva l’ennesima nave con oltre 400 migranti. Oggi è il giorno in cui viene confermato come le preoccupazioni e le richieste inderogabili della Lega Sicilia siano le medesime di tutto il partito e del nostro leader, Matteo Salvini, con cui stamattina mi sono confrontato. Subito dopo Matteo ha portato le istanze della Lega in materia di immigrazione direttamente al presidente del Consiglio, Mario Draghi, e ha detto benissimo: “non si può pensare ad un’estate di sbarchi”! Salvini a Draghi ha sollevato il “tema aperto e caldo” dell’immigrazione irregolare, la Lega pretende un intervento “serio e secco” dal capo del Governo e dal ministro dell’Interno e la Lega Sicilia sottoscrive pienamente ogni parola del nostro segretario nazionale.

Diamo man forte a Matteo Salvini da Augusta – continua il segretario regionale della Lega Sicilia – perché vi sia la consapevolezza di tutti che la Sicilia, questa estate, debba ritrovare serenità sanitaria, economica e sociale e non lo possa fare senza uno stop immediato all’immigrazione clandestina. Queste povere persone non devono finire in mano ai trafficanti di esseri umani, devono restare a casa loro e lì essere aiutate. Nella nostra terra non siamo disposti a sopportare altri flussi migratori incontrollati e oggi pomeriggio lo ribadiamo con assoluta chiarezza”. Per il responsabile provinciale della Lega Sicilia, Vincenzo Vinciullo: “non si può trattare la Sicilia come se fosse l’unico luogo d’Europa in grado di accogliere migranti anche in considerazione del fatto che, nell’ultimo sbarco – sottolinea l’ex deputato regionale – sono stati registrati 10 contagiati con la variante Delta”. Lo sbarco inizierà stamattina e dovrebbe concludersi in giornata. Com’è avvenuto a seguito dei precedenti sbarchi tutti i migranti adulti e bambini accompagnati, sottoposti a tampone (indipendentemente dall’esito dello stesso) vengono trasferiti nella nave quarantena mentre i minori non accompagnati in centri di accoglienza assegnati dalla Prefettura di  Siracusa.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com