breaking news

Augusta | Oltre la disabilità nella giornata cittadina per l’inclusione

6 Dicembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Oltre la disabilità nella giornata cittadina per l’inclusione
Attualità
'
0

Un centro diurno ad Augusta sarà nei prossimi anni realtà. Si spera presto perché i fondi per realizzarlo, come ha reso noto pubblicamente il sindaco Giuseppe Di Mare, sono stati assegnati al Comune megarese. Si tratta di finanziamenti del Pnrr e Augusta è tra i primi Enti locali ad averli ottenuti. La notizia è stata divulgata dal sindaco nel corso dell’incontro “Oltre la disabilità, prospettive per una vera inclusione”, organizzato dalla consulta comunale di concerto con la civica amministrazione per celebrare la Giornata della disabilità cittadina (giunta alla seconda edizione) in concomitanza con la ricorrenza internazionale.

L’incontro intitolato “Oltre la disabilità, prospettiva per una vera inclusione”, che ha celebrato ad Augusta la seconda Giornata cittadina della disabilità in concomitanza con la ricorrenza internazionale, di prospettive ne ha date. Il sindaco Giuseppe Di Mare, di fronte alla folta platea del salone di rappresentanza del Municipio ha dato, infatti, una gradita notizia e cioè quella della creazione di centro diurno, per le persone che vivono una condizione di disabilità, Nascerà in uno dei beni confiscati alla mafia con i fondi del Pnrr. Come ha evidenziato il sindaco Di Mare, Augusta è tra i primi cento Comuni assegnatari di finanziamento a tale scopo. “Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo risultato ed è in corso l’iter che porterà alla creazione di questa struttura” ha detto il primo cittadino sottolineando l’importanza della sinergia instaurata tra il Comune, le scuole e le associazioni. I lavori sono stati aperti dal presidente della consulta comunale per le persone con disabilità, Sebastiano Amenta il quale ha parlato di Augusta come una realtà nella quale si sono compiti tanti passi avanti, anche se resta ancora tanto da fare.

Amenta che anche nel suo ruolo di vice presidente nazionale dell’associazione 20 novembre che lo vede in prima linea nella lotta per la tutela dei diritti delle persone disabili e delle loro famiglie si è detto grato alle scuole e all’Amministrazione comunale augurandosi che, quest’ultima possa lasciare un segno tangibile prima della fine del proprio mandato. E il centro diurno in città sarebbe davvero qualcosa di significativo ed importante per assisiti e famiglie. “Le scuole ad Augusta sono inclusive – ha detto il presidente della consulta – e mi auguro che si possano intraprendere percorsi virtuosi a livello professionale per i disabili poiché i fondi messi a disposizione da altri Enti ci sono”. L’incontro è stato moderato da Carmen Malerba, vice presidente della consulta. Tra gli intervenuti: l’assessore alla Coesione sociale, Ombretta Tringali, che ha ricordato l’assegnazione, già dallo scorso anno scolastico, delle ore di Asacom agli alunni disabili in base ai Pei (Piani individuali personalizzati), il Peba (Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche) in corso di redazione e il finanziamento che si è aggiudicato il Comune per realizzare un centro diurno.

Il direttore del distretto sanitario di Augusta –Melilli, Lorenzo Spina il quale ha evidenziato la necessità di istituire uno sportello unico a cui tutti i disabili e i loro familiari possano rivolgersi senza doversi rapportare singolarmente con le istituzioni sanitarie e comunali. Il garante della disabilità del Comune, Irene Noè ha messo in luce l’importanza di concretizzare due progetti: il “pensami adulto” per l’integrazione lavorativa e il “dopo di noi” per la creazione di una struttura dove i disabili potranno vivere quando non saranno più assistiti dalle famiglie per cause di forza maggiore. Sono stati proiettati dei video delle cooperative Crass e L’Albero e dell’associazione Itinera. Alla presenza di dirigenti scolastici, rappresentanze di alunni e docenti e della comunità locale hanno preso la parola anche: Sebastiano Mazziotta, rappresentante dell’Ads Augusta, Sport Disabili, Giovanni Spadaro, presidente dell’associazione “Il faro”, l’associazione 20 Novembre, di cui Amenta  è vice presidente nazionale, Ielsa Speciale sull’attività inclusiva “Agricoltura solidale”  sui lavoratori che vengono organizzati dalla 20 Novembre Project per bambini ed adolescenti, nonché quelli giornalieri per giovani ed adulti e l’associazione Teniamoci per mano onlus.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 509

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *