breaking news

Augusta | Ottantuno migranti sbarcati tra il Faro e Punta Izzo

Augusta | Ottantuno migranti sbarcati tra il Faro e Punta Izzo
Cronaca
'
0

Stamattina 81 migranti hanno raggiunto le coste augustane, dopo essere sbarcati da un natante a vela, lasciato a largo tra il Faro Santa Croce e Punta Izzo. Di nazionalità afgana ed egiziana, sono per la maggior parte uomini di giovane età, tre donne di cui una mamma con due bambine. Stanno per essere trasferiti al porto commerciale per le procedure di identificazione. Nessuno è risultato positivo al Covid.

Sono arrivati nelle coste augustane a bordo di una barca a vela 81 migranti di nazionalità afgana ed egiziana, per la maggior parte giovani uomini e tre donne, di cui una mamma con due bimbe di circa 5 e 7 anni. Una volta lasciato il natante a mare, nello specchio acqueo tra il Faro Santa Croce e Punta Izzo, hanno raggiunto terra. Ad allertare le forze dell’ordine sono stati gli abitanti della zona. Sono intervenuti: Carabinieri, Guardia costiera, Polizia di Stato, Vigili urbani. Guardia di finanza recuperando tutti i migranti che nel frattempo si stavano disperdendo tra le campagne del luogo. Anche la Marina militare ne ha rintracciati alcuni che vagavano in zona Punta Izzo mentre altri sono stati trovati dai Carabinieri e da pattuglie della Guardia costiera sul lungomare Rossini e nel centro abitato cittadino.

Una volta radunati tutti hanno stazionato in contrada Sant’Elena dove personale dell’Asp ha eseguito i tamponi in attesa di essere trasferiti all’interno del porto commerciale di Augusta per le procedure di identificazione coordinate dalla Prefettura. Nessuno è risultato positivo al Covid. Sul posto sono giunti anche il sindaco Giuseppe Di Mare e gli assessori Tania Patania e Concetto Cannavà. Nelle acque dove si trova il natante, la Capitaneria di porto –Guardia costiera ha chiesto la collocazione di panne galleggianti per un possibile principio di inquinamento dovuto al carburante che si sta sversando.

E’ intervenuto il Nucleo subacqueo della Marina militare per effettuare un controllo all’interno dell’imbarcazione. I residenti della zona hanno fornito l’acqua per dissetare i migranti che si trovano in buone condizioni di salute seppur stanchi e provati dal viaggio. “Con grande collaborazione e sinergia con tutte le autorità coinvolte: la Capitaneria, tutte le forze dell’ordine e la Prefettura, che ha coordinato le operazioni, stiamo gestendo questa emergenza che, probabilmente non sarà l’ultima ma, come sempre Augusta è pronta ad accogliere queste persone” ha detto il sindaco Di Mare. Le navi quarantena non sono più operative, dunque gli adulti saranno, come i minori non accompagnati, trasferiti in centri di accoglienza.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *