breaking news

Augusta | Per il fabbisogno idrico dell’isola necessario realizzare un altro pozzo

Augusta | Per il fabbisogno idrico dell’isola necessario realizzare un altro pozzo
Attualità
'
0

Il nuovo pozzo non riesce a soddisfare il fabbisogno di tutta l’utenza. Pertanto, in attesa di realizzarne un altro, sempre all’interno dei giardini pubblici, si mantiene attivo anche il pozzo privato dei cantieri navali Tringali. Lo ha detto il responsabile del settore Lavori pubblici, in Aula, rispondendo ad un’interrogazione del gruppo consiliare del M5S.

L’acqua erogata dal nuovo pozzo va integrata con quella proveniente dal pozzo privato dei cantieri navali Tringali, per soddisfare il fabbisogno di Augusta, nell’attesa che venga realizzato il terzo pozzo, così come ha previsto di fare l’amministrazione considerato che, è tramontata la possibilità di ristrutturare il vecchio pozzo. Della situazione idrica si è, tra l’altro, discusso, nella scorsa seduta di Consiglio comunale, durante il punto relativo alle interrogazioni.  “Tutt’oggi è necessario provvedere all’integrazione del quantitativo di acqua messa in rete da nuovo pozzo con quella del pozzo dei cantieri navali, in quanto il nuovo pozzo non garantisce tutto il fabbisogno necessario per Augusta isola. Per fornire tale integrazione l’Amministrazione comunale ha provveduto ad approvare e finanziare la realizzazione di un nuovo pozzo in sostituzione del vecchio ormai inutilizzabile in prossimità dello stesso”. Così ha risposto il responsabile del settore Lavori pubblici, Carmelo Bramato in Aula ai quesiti gruppo consiliare del M5S di cui ha dato lettura la capo gruppo Roberta Suppo.

E’ approdata in Aula a risoluzione avvenuta l’interrogazione relativa ai ritardi nella realizzazione del nuovo pozzo, avviata nel gennaio del 2021 e conclusasi lo scorso novembre, ma ha dato modo al responsabile di settore di affermare quanto più volte ribadito anche dal sindaco Giuseppe Di Mare e cioè che il pozzo attivo dallo scorso autunno e finanziato da aziende private “funziona perfettamente”.  Per la risposta sull’utilizzo del pozzo dei cantieri navali la capogruppo si è detta più soddisfatta: “risposta che però – ha puntualizzato –  va in contraddizione con la precedente in cui si diceva che il pozzo funziona bene”. L’Amministrazione era intenzionata a sistemare il vecchio pozzo che, lo scorso novembre, è stato fermato dopo la messa in funzione del nuovo, ma sarebbe un intervento inutile perché il vecchio non è più in grado di funzionare. Pertanto, per l’approvazione del progetto definitivo, il IV settore comunale Lavori pubblici ha convocato la conferenza di servizi decisoria. Il terzo pozzo dei giardini pubblici sarà realizzato con una somma inferiore a 400 mila euro che verrà attinta dai 650 mila che l’amministrazione pentastellata aveva stanziato per realizzare il secondo pozzo, poi realizzato dai privati.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *