breaking news

Augusta | Percorsi di visita a Magara Hyblaea: 63 m di staccionata a cura di Hangar team

25 Novembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Percorsi di visita a Magara Hyblaea: 63 m di staccionata a cura di Hangar team
Cultura
'
0

Concluso il progetto “Percorsi di visita” dell’Hangar Team Augusta, per la valorizzazione del sito archeologico di Mégara Hyblaea, realizzato con i fondi provenienti dalla destinazione del 5×1000 del Irpef,

Con la realizzazione di 63 metri di staccionata, posta all’ingresso degli scavi di Megara Hyblaea, si è concluso il progetto dell’associazione Hangar Team Augusta Odv-Ets “Percorsi di visita” per la valorizzazione dell’importante sito archeologico. Il progetto, che si è concretizzato con i fondi provenienti dalla destinazione del 5×1000 del Irpef, è stato realizzato in diverse fasi. La prima si è attuata con il ripristino di tutti i pannelli didascalici dei percorsi di visita. Come rende noto il presidente dell’associazione Ilario Saccomanno, questi sono stati rinnovati nei contenuti grazie alla consulenza scientifica del compianto del docente Henri Tréziny, già direttore della Scuola Francese di Roma che ormai da anni effettua ricerche archeologiche nel sito megarese e del Parco Archeologico di Leontinoi-Megara diretto da Lorenzo Guzzardi. E sono stati rinnovati anche nell’aspetto: sono infatti realizzati con resine speciali e leggermente più grandi per permettere la scrittura dei testi che, oltre che in italiano e inglese, sono scritti anche nel linguaggio Braille per i visitatori non vedenti. I testi in inglese sono stati curati dalla docente di madrelingua Lesley Forrester e quelli in Braille dal Laboratorio Regionale di Catania.

La seconda fase ha visto la realizzazione di un grande pannello generale, posto all’ingresso degli scavi, che riporta l’immagine aerea del sito con l’ubicazione di tutti i pannelli didascalici e dà indicazioni sui vari percorsi di visita, arcaico, ellenistico, romano, facilitando la fruizione del sito. La terza fase, che ha concluso il progetto, è stata la costruzione della staccionata che oltre a migliorare le condizioni di sicurezza dei visitatori rende più agevole l’accesso agli scavi. Coloro che sostengono l’Associazione possono ritenersi soddisfatti per aver contribuito, con la destinazione del loro 5×1000 dell’Irpef, alla valorizzazione di un sito archeologico che è di straordinaria importanza nella storia della colonizzazione greca e della cultura dell’Occidente.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 710

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *