breaking news

Augusta | Pesca di frodo: la Capitaneria sequestra e sanziona

9 Novembre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta | Pesca di frodo: la Capitaneria sequestra e sanziona
Cronaca
'
0

Un diportista, intento a praticare pesca di frodo ad Agnone Bagni, è stato sanzionato dalla Guardia costiera. La multa elevata è pari a 2.000 euro. I militari hanno inoltre sequestrato la rete. La sua presenza è stata segnalata alla sala operativa della Capitaneria di porto da una nave della Marina militare.

Nel corso della mattinata di ieri è giunta una segnalazione alla sala operativa della Capitaneria di porto-Guardia costiera di Augusta da parte di una nave della Marina militare, in località Agnone Bagni del Comune di Augusta, con cui si dava atto di un’attività di pesca verosimilmente di frodo. Immediatamente, è stato disposto l’invio in zona di una motovedetta della Guardia costiera, la CP 879. Non appena giunti, gli Agenti della Guardia costiera hanno dapprima intimato l’Alt al pescatore, rivelatosi un diportista, procedendo poi a comminare una sanzione amministrativa pari a circa € 2.000, ed a sequestrare la rete.

La rete è un attrezzo da pesca che non può essere detenuto da coloro che, essendo privi della prevista licenza, non sono abilitati ad esercitare la pesca professionale. Rimane sempre molto alta l’attenzione della Capitaneria di porto-Guardia costiera di Augusta nel contrasto alla pesca di frodo, prestata per mezzo di una continua attività di vigilanza, mirata al contrasto delle illecite condotte in materia, ed alla tutela della pesca sostenibile e dell’ambiente. Tale attività si pone come obiettivo primario la salvaguardia dell’ecosistema marino che, soprattutto in prossimità della costa, risente pesantemente degli effetti di una pesca effettuata in maniera irriguardosa delle norme.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *