breaking news

Augusta| Petcoke richiesta di un consiglio comunale monotematico

15 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Petcoke richiesta di un consiglio comunale monotematico
Attualità
'
0

Una seduta di consiglio comunale monotematica e aperta  sull’uso del petcoke nella cementerai Buzzi Unicem di Augusta. A chiedere la convocazione mediante una nota inviata al presidente del Consiglio comunale, Sarah Marturana e per conoscenza al sindaco, Cettina Di Pietro e ai consiglieri comunali è l’associazione “Decontaminazione Sicilia”. Richiesta avanzata insieme con il comitato Stop Veleni e l’arciprete di Augusta, don Palmiro Prisutto.

 

La richiesta è stata presentata in seguito all’arrivo nelle scorse settimane di altro carico di petcoke destinato alla cementeria di Augusta, di cui ha dato notizia Legambiente invitando  ancora una volta le amministrazioni  di opporsi. Tra le ragioni addotte per motivare la richiesta il fatto che: “con decreto del 17 novembre 2017, l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, ha modificato un precedente provvedimento di Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia) consentendo, tra l’altro, che la cementeria Buzzi Unicem possa impiegare nei suoi forni il carbone, il petcoke, l’olio combustibile BTZ, il GPL, il css-rifiuto (20.000 tonn/anno) o, qualora disponibile, il css-combustibile. Tranne che per il css-rifiuto non vengono fissate le quantità massime e non vi è obbligo di co-combustione; pertanto potrà bruciare singolarmente tutto carbone o petcoke o olio combustibile oppure solo css-rifiuto.

 

 “Come riferisce Legambiente – scrive il presidente di Decontaminazione Sicilia, Luigi Solarino –  la rete di monitoraggio del Libero Consorzio Comunale (ex Provincia) ha rilevato nell’anno superamenti della media oraria e giornaliera di SO2 soltanto nella centralina di San Cusumano. Più precisamente: numero 5 superamenti della massima media oraria di 350 µg/mc e numero 4 superamenti della massima media giornaliera di 125 µg/mc e anche per l’inquinante Ozono si è superata la media – calcolata su tre anni consecutivi – del valore obiettivo di massimo 25 superamenti l’anno della concentrazione media su 8 ore di 120 µg/mg nelle centraline di San Cusumano (media triennale 28 superamenti), Melilli (media 63)  e Priolo (media 44)”.

Nella richiesta di convocazione di un Consiglio comunale monotematico sottolinea che, sono ricorrenti i fenomeni di molestie olfattive e che a oggi è assente un piano regionale della qualità dell’aria e che nel territorio sono presenti diversi impianti di raffinazione e produzione del petrolio, centrali termoelettriche, cementerie, diverse discariche e un inceneritore per rifiuti speciali e pericolosi. “Appare – scrivono i richiedenti – assolutamente legittima la manifestata preoccupazione derivante da un possibile acuirsi della condizione di inquinamento diffuso e la richiesta è volta  a tutelare il territorio da un eventuale danno ambientale che si ripercuoterebbe sulla salute pubblica. Riteniamo sia necessario lo svolgimento di un’adeguata attività di informazione e di collaborazione tra i cittadini e l’amministrazione comunale sui temi della tutela della salute. Chiediamo di essere invitati a partecipare alla seduta. I lavori del Consiglio sono chiaramente finalizzati all’impugnazione del decreto di fronte al presidente della Regione, poiché né l’amministrazione comunale, né la popolazione sono state coinvolte nel procedimento che dovrebbe essere pubblico, di conseguenza non hanno potuto presentare osservazioni in merito. Durante la seduta chiederemo ai consiglieri di impegnare l’amministrazione comunale a chiedere all’Arpa un campionamento del petcoke a operare per ottenere l’immediata copertura del carbonile e, infine, chiedere all’Arpa di attivare una specifica campagna di rilevamento dell’inquinamento atmosferico a San Cusumano”.

 

 

 

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com