breaking news

Augusta | Piazza 13 maggio 1943, domani l’intitolazione. L’area tornerà ad ospitare il mercato

Augusta | Piazza 13 maggio 1943, domani l’intitolazione. L’area tornerà ad ospitare il mercato
Attualità
'
0

Sarà inaugurata domani la piazza 13 maggio 1943 intitolata a una data molto importante per Augusta, che è anche quella in cui si celebra la Giornata della memoria cittadina, in ricordo del bombardamento del 13 maggio del 1943 che morte e distruzione arrecò al territorio megarese. La cerimonia è in programma per domani alle 10,30 nel piazzale attiguo a via Soccorso, che verrà ufficialmente intitolato. Seguirà la presentazione del progetto preliminare per la destinazione della piazza ad area mercatale. Il progetto per la “riqualificazione urbana, sistemazione nuova area mercatale Piazza 13 maggio 1943”.

Una cerimonia attesa dalla comunità locale, quella prevista per domani in occasione della “Giornata della Memoria cittadina”, che riguarda l’inaugurazione di “Piazza 13 Maggio 1943”. “La data assume un valore simbolico per il ricordo delle vittime civili e militari del secondo conflitto mondiale in un sito legato anche alla presenza di uno dei tre rifugi costruiti nel rione Borgata Stazione, quello di via Soccorso. Per lungo tempo – riferisce l’assessore alla Cultura, all’Urbanistica e alla Toponomastica Giuseppe Carrabino – la denominazione di questa strada è stata motivo di interpretazioni più o meno riconducibili al periodo bellico, ma oggi, grazie ad una certosina storica è possibile la corretta lettura. Si tratta di un toponimo nato a seguito di una specifica disposizione della Regia Prefettura di Siracusa del 1941 che ordinava la costruzione di trincee in muratura e calcestruzzo di cemento in alternativa della “scarsissima protezione delle trincee in legno costruite in Augusta all’inizio della guerra”.

Il progetto relativo ai “Lavori di costruzione di un ricovero antiaereo pubblico nel Piazzale Lisitano di via Giovanni Lavaggi” curato e realizzato dall’Impresa Salvatore Inferrera, fu redatto il 2 gennaio 1942 per un importo di 150.000 lire. I lavori furono consegnati il 5 gennaio 1942 ma sospesi il 5 febbraio 1942 “per la mancanza di cemento necessario per l’esecuzione del volto di protezione. La sospensione si protrasse per tutto il 1942 sia perché si era in attesa dell’arrivo del cemento, sia principalmente perché in quel periodo l’attività aerea nemica fu assai limitata”. “Quando nel dicembre 1942 si ebbe un aumento di tale attività, mancando tuttora il cemento, venne disposta, in data 10 gennaio 1943, la ripresa dei lavori, sostituendo alla volta in calcestruzzo una struttura in mattoni con protezione superiore”. I lavori vennero ultimati il 5 Aprile 1943, praticamente qualche settimana prima dei violenti bombardamenti che interessarono la città il 26 Aprile e il 13 maggio. Il 30 settembre 1947 fu redatto dall’ingegnere Francesco Annino, direttore dell’ufficio Tecnico comunale la contabilità e il verbale di fine lavori, l’importo il costo dell’intervento si era attestato in 79.230,67 lire.

Come ricorda l’assessore Carrabino al termine del secondo conflitto mondiale, nell’ambito di una ridefinizione delle denominazioni di diverse strade del centro storico e della Borgata, la strada sorta nell’area già interessata dal rifugio del “piazzale Lisitano” fu denominata via Soccorso, quale riferimento al luogo di protezione per gli abitanti del rione. “Aver denominato “Piazza 13 maggio 1943” la vasta area che si apre su via Soccorso dirimpetto l’ingresso del villaggio Rasiom, vuole pertanto rappresentare un ulteriore tassello nel percorso di recupero della memoria legato alle vicende del secondo conflitto mondiale che interessarono la città di Augusta”. Al termine della cerimonia di dedicazione che avrà luogo giovedì 13 maggio alle ore 10.30 alla presenza delle autorità civili e militari, sarà presentato il progetto preliminare per la destinazione della piazza ad area mercatale. Il progetto per la “riqualificazione urbana, sistemazione nuova area mercatale Piazza 13 maggio 1943” è stato redatto dal geometra Massimo Sulano, dirigente del settore Urbanistica, prevede le prese d’acqua, gli scarichi, i servizi igienici, l’impianto di illuminazione e la delimitazione degli spazi. Dopo l’approvazione – come dichiara l’assessore al Commercio Rosario Costa – seguirà la nuova graduatoria per la concessione degli spazi previsti agli operatori commerciali per l’attività di vendita al dettaglio di generi alimentari, ortofrutta, abbigliamento e casalinghi. Confidiamo nella celere approvazione di tutto l’iter necessario – conclude il sindaco Giuseppe Di Mare –  per dare risposte concrete ad un quartiere che attende da lungo tempo la restituzione del mercato giornaliero”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com