breaking news

Augusta | Plastic Free: al Ruiz conferenza dell’Ordine dei Chimici e Fisici per sensibilizzare i ragazzi

Augusta | Plastic Free: al Ruiz conferenza dell’Ordine dei Chimici e Fisici per sensibilizzare i ragazzi
Attualità
'
0

Una lezione – conferenza dal titolo “La plastica ieri ed oggi” per sensibilizzare gli alunni a ridurre l’utilizzo della plastica per la tutela dell’ambiente si è svolta nell’aula magna del II Istituto superiore “Arangio Ruiz”. relatori Giuseppe Tringali, presidente dell’Ordine e la docente, nonché componente dell’Ordine, Patrizia Fonte.

L’aula magna dell’Istituto di istruzione superiore “Gaetano Arangio Ruiz” ha ospitato, nei giorni scorsi, una lezione di sensibilizzazione per gli studenti delle classi prime dal titolo “La plastica ieri e oggi” in collaborazione con l’Ordine dei Chimici e dei Fisici della provincia di Siracusa. Relatori Giuseppe Tringali, presidente dell’Ordine e la docente della scuola e consigliere dello stesso Patrizia Fonte. Dopo l’intervento introduttivo della dirigente scolastica, Maria Concetta Castorina, la conferenza, rientrante del piano delle attività dell’Educazione ambientale, si è articolata in due momenti. Nel primo la la professoressa Fonte ha attenzionato l’Agenda 2030 e i suoi obiettivi pertinenti il rispetto per l’ambiente, che deve passare attraverso la giusta gestione dei rifiuti in plastica. In particolare si è soffermata su quanto abbia impattato l’uso delle mascherine sull’inquinamento: esse, infatti, sono realizzate con molteplici fibre di plastica, che rimane nell’ambiente per decenni, se non per secoli, frammentandosi in sempre più piccole micro e nanoplastiche. Questi dispositivi usa e getta una volta buttati non svaniscono, anzi purtroppo molto spesso finiscono in mare o sulle spiagge diventando anche un pericolo per la fauna che popola questi ambienti. Un progetto universitario propone di riciclare le mascherine per farne “asfalti rinforzati”, con performance migliori in termini di resistenza.  E’ questo un esempio di economia circolare, la giusta via da intraprendere, che vede il prodotto a fine-vita divenire una risorsa piuttosto che un rifiuto.

Nella seconda parte, invece, Giuseppe Tringali ha illustrato inizialmente la storia della nascita della plastica, dovuta all’invenzione del chimico italiano Giulio Natta, e il suo utilizzo nella società degli anni Sessanta, che vide in essa una grande rivoluzione in termini di economicità dei prodotti in moplen. Successivamente sono state presentate alcune cartine tematiche relative alla diffusione globale dei rifiuti in plastica nei mari e negli oceani. Il presidente dell’ordine ha poi illustrato le principali caratteristiche della plastica biodegradabile e i punti salienti della nuova normativa europea sulle materie plastiche monouso, denominata Sup, Single Use Plastics, approvata il 21 maggio 2019 e recepita dall’Italia il 14 gennaio 2022, che riguarda dieci tra i prodotti in plastica di uso più comune, con l’obiettivo di affrontare l’emergenza dei rifiuti in mare. Il dott. Tringali ha sottolineato che il problema principale non è costituito dalla plastica in sé ma dal tipo di consumo e dalla spesso inappropriata gestione dei prodotti in plastica quando diventano rifiuti. Per ridurre l’inquinamento da plastica è necessario diffondere una maggiore sensibilità ambientale tra gli individui, realizzare nuovi processi produttivi sempre più ecosostenibili e seguire gli step dell’economia circolare, cioè riduzione/prevenzione della produzione di rifiuti; riuso; riciclo; recupero di altro tipo (produzione di energia); smaltimento. I relatori si sono infine congedati dagli alunni, attenti e partecipi, con una frase di Gandhi: “Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 353

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *