breaking news

Augusta| Polemica sul rinvio del consiglio comunale previsto per il 14

14 Settembre 2017 | by Redazione Webmarte
Augusta| Polemica sul rinvio del consiglio comunale previsto per il 14
Politica
0

Il consigliere Marco Niciforo: “A nulla è servito il tentativo goffo da parte della vice presidente Marturana di nascondere la verità circa le reali motivazioni che l’hanno indotta a convocare per giorno 19/9 il prossimo consiglio”.

La nota pervenuta in redazione: “La Presidente del consiglio in pectore Marturana ha deciso di andare nel solco già tracciato dalla dimissionaria Lucia Fichera cogliendo sin da subito l’occasione per togliere la parola a qualcuno.

Infatti, invece di trovare una data che consentisse a tutti di essere presenti alla seduta del prossimo consiglio comunale monotematico con all’odg “Elezioni Presidente”, con fare sospetto si affrettava a convocarlo per il 19/9. Guarda caso per quella data era stata annunciata l’assenza motivata da parte di alcuni consiglieri comunali che fanno riferimento ai capigruppo Beneventano e Niciforo.

Ancora una volta questa maggioranza, per mano del vice presidente, dimentica di portare in aula argomenti importanti nell’interesse della città, curandosi solo del fatto che nessuno occupi, anche temporaneamente, le loro comode poltrone.

Quindi al momento non si potrà parlare ne di “Questione ambientale” ne di “Hotspot nel porto di Augusta”, temi per i quali ho richiesto insieme ad altri colleghi di minoranza, due consigli comunali monotematici.

A nulla è servito il tentativo goffo da parte della vice presidente Marturana di nascondere la verità circa le reali motivazioni che l’hanno indotta a convocare per giorno 19/9 il prossimo consiglio. La Pec di convocazione della seduta arrivata alle ore 11.25 ed i tentativi vani di contatto telefonico da parte del V.P. con il Niciforo delle ore 13.05 e 13.07 per discutere della questione solo a convocazione inviata, parlano chiaro.

Perché la verità è che il vice presidente Marturana ha avuto e continua ad avere nella frettolosa convocazione del prossimo consiglio comunale un interesse personale atteso che sarà lei stessa ad essere candidata e conseguentemente nominata nuovo Presidente del consiglio, portando con se tutti i benefici del caso.

Neanche la Presidente dimissionaria, che non ha certo brillato per trasparenza, aveva mai azzardato tanto, convocando una seduta, cosciente dell’assenza dichiarata di alcuni consiglieri e mettendo all’odg un atto, Elezione del Presidente, privo del necessario passaggio in commissione.

Ma la sig.ra Marturana non finisce di stupire e pensando bene di non rassegnare per tempo le dimissioni dalla carica di vice presidente, non consentendo a chi dopo di lei ne detiene la legittimità, di convocare e presiedere il prossimo consiglio per poter inserire all’odg anche l’elezione del vice presidente. Tale figura pertanto sarà nominata in altra data, con aggravio immotivato di costi per i cittadini e di tempo per il civico consesso che poteva essere impegnato per discutere di molto altro più importante.

Questa Presidenza parte nel peggiore dei modi, nessuna garanzia per i consiglieri comunali di avere di fronte un presidente super partes, facendo apparire così sullo sfondo la figura del Prefetto in persona.

Auspichiamo che il consiglio del 19/9 verrà posticipato ad una data da concordare in una riunione di capigruppo come prassi vuole, diversamente il gruppo consiliare di cui faccio parte non parteciperà alla seduta.

Intanto sulle scrivanie dell’ufficio di presidenza giacciono tutti le cose serie di cui questo consiglio dovrebbe occuparsi ma che evidentemente nella testa del vice presidente, nonché prossimo nuovo Presidente del consiglio sig.ra Marturana, non rivestono carattere di urgenza. Ma forse la campagna elettorale è ormai troppo vicina e questi argomenti rischiano di erodere quel poco di consenso che rimane.

In questo contesto si inquadra anche la farlocca apertura politica fatta dal M5s, disponibile a concedere all’opposizione due presidenze di commissione già confezionate; francamente dopo quello che si è visto nell’ultima settimana con il nuovo corso del M5s, ritengo che questa opposizione non debba accettare da questa maggioranza neanche la donazione di un manico di scopa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com