breaking news

Augusta| Polverino Ilva: primo risultato della mobilitazione, sospeso lo smaltimento ad Augusta

19 Dicembre 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Polverino Ilva: primo risultato della mobilitazione, sospeso lo smaltimento ad Augusta
Attualità
'
1

Poco fa il ministro dell’ambiente Galletti ha comunicato che “Il ‘polverino’ proveniente dall’Ilva non sarà più diretto alla discarica di Melilli” e che “La decisione dei commissari dell’azienda è pienamente coerente con quanto detto da tempo, e cioè che il trasferimento al centro Cisma Ambiente, tra Melilli e Augusta, dei rifiuti industriali non pericolosi provenienti dallo stabilimento tarantino sarebbe stata solo una soluzione temporanea, comunque avvenuta in piena sicurezza e trasparenza”.

output_l2vs8d

Legambiente Augusta e Legambiente Taranto, con il recente comunicato stampa congiunto dello scorso 17 dicembre, chiedevano fermamente che si sospendesse l’invio del polverino d’altoforno dell’ILVA da Taranto a Melilli, dove il rifiuto è smaltito nella discarica Cisma. Un’operazione incomprensibile che, dicevamo, “riduce gli impatti su una zona ma irragionevolmente li carica su un’altra altrettanto inquinata e sofferente”. Dopo la denuncia pubblica di Legambiente, le proteste delle associazioni ambientaliste, la mobilitazione popolare e le prese di posizione della sindaca di Augusta e di diversi esponenti  politici, arriva adesso il primo stop al trasferimento del polverino via camion e via nave. Infatti, sulla nave Eurocargo Livorno, ripartita domenica sera da Catania, non sono stati imbarcati i cassoni e le motrici impiegate per il trasporto del polverino.

Poco fa il ministro dell’ambiente Galletti ha comunicato che “Il ‘polverino’ proveniente dall’Ilva non sarà più diretto alla discarica di Melilli” e che “La decisione dei commissari dell’azienda è pienamente coerente con quanto detto da tempo, e cioè che il trasferimento al centro Cisma Ambiente, tra Melilli e Augusta, dei rifiuti industriali non pericolosi provenienti dallo stabilimento tarantino sarebbe stata solo una soluzione temporanea, comunque avvenuta in piena sicurezza e trasparenza”.

Il responsabile di Legambiente Augusta Enzo Parisi

Enzo Parisi

“Siamo soddisfatti – ha dichiarato Enzo Parisi responsabile locale di Legambiente e dirigente regionale – del primo risultato ottenuto dalla mobilitazione delle associazioni e dei cittadini, ma non per questo cantiamo vittoria. Non vorremmo che la sospensione fosse solo un momentaneo espediente per silenziare le proteste e tentare di evitare il diffondersi  dell’opposizione – a Taranto come ad Augusta – verso scelte mai motivate e sulle quali continuano a non essere fornite informazioni adeguate.

Continuiamo quindi a restare vigili sull’evolversi della situazione e a pretendere dai commissari ILVA tutte le informazioni in loro possesso relative ai rifiuti smaltiti a Melilli e dal ministro Galletti risposte chiare e tempi certi e rapidi per le bonifiche e i risanamenti ambientali che continuiamo ad attendere”.

bloggif_57d1761565634

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com