breaking news

Augusta| Precari in attesa della proroga, il sindaco replica ai consiglieri

Augusta| Precari in attesa della proroga, il sindaco replica ai consiglieri
Politica
0

Gli 84 precari attendono la proroga del loro contratto, che al momento non è arrivata anche se, come ha già avuto modo di sottolineare il primo cittadino, c’è tempo fino al 2 maggio per farla, ma la giunta potrebbe anche deliberare nelle prossime ore. Intanto il sindaco, Cettina Di Pietro replica ai consiglieri di opposizione Giuseppe Di Mare, Angelo Pasqua e Biagio Tribulato e al consigliere Giancarlo Triberio, intervenuto sullo stesso argomento lo scorso sabato.

“Per le difficoltà legate alla proroga del contratto – dichiara il sindaco – l’amministrazione comunale e i sindacati hanno chiesto un incontro in Prefettura che si è tenuto il 23 aprile scorso. Questa amministrazione, come evidenziato dal verbale dell’incontro in prefettura, del quale ho già chiesto copia al fine di valutare gli estremi per una denuncia all’autorità giudiziaria in merito alle notizie tendenziose veicolate dai consiglieri) non ha mai inteso mettere in atto alcuna forma di “ricatto” nei confronti del personale precario, specificando più volte che, il personale ha diritto di chiedere tutela in sede giudiziaria.

La verità è che in questo momento, mutato il governo regionale, ci troviamo nella solita situazione di incertezza sui trasferimenti regionali con cui, per legge, siamo obbligati a coprire il costo del personale precario. I consiglieri che, oltretutto, avevano ricevuto già puntuali spiegazioni in sede di commissione consiliare, convocata su loro richiesta, in merito alla procedure di stabilizzazione, non solo in maniera irresponsabile veicolano informazioni false, che rischiano di creare allarmismo tra il personale a tempo determinato, ma dimostrano di strumentalizzare il problema soffiando sul fuoco del dramma  dei precari, per la salvaguardia dei quali, l’amministrazione comunale sta lavorando, invece, senza sosta.  Se davvero i consiglieri hanno a cuore le sorti lavorative del personale precario – conclude Cettina Di Pietro – invito i “solerti” consiglieri ad attivarsi sollecitando gli uffici regionali, come sta già facendo quest’amministrazione comunale, unici responsabili di questa crisi, visto che l’Assemblea regionale tarda negli adempimenti relativi al bilancio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com