breaking news

Augusta| Presentate a Palazzo San Biagio le linee guida del Paes

Augusta| Presentate a Palazzo San Biagio le linee guida del Paes
Attualità
0

Il servizio idrico è quello che ad Augusta consuma più energia. E’ quanto è emerso dallo studio effettuato dalla società Artec, incaricata della redazione del Paes (Piano d’azione per l’energia sostenibile) che questa mattina a Palazzo San Biagio ha presentato una bozza del piano, che sarà completato nelle prossime settimane e dovrà essere approvato dal consiglio comunale.

La fase successiva riguarderà il reperimento delle somme necessarie per metterlo in atto (con finanziamento di fondi europei) anche se l’assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo, presente all’incontro, ha puntualizzato che il piano è un contenitore di vari progetti volti ad abbassare le emissioni di anidride carbonica del centro urbano, che consentiranno alla città di essere  sostenibile dal punto di vista energetico. In definitiva Augusta dovrebbe diventare una città “Green”. L’incontro è stato organizzato dal Comune per raccogliere proposte e suggerimenti da inserire nella bozza “perché – dice l’assessore Suppo – la pianificazione deve arrivare dal basso”. A differenza della prima riunione, che si è svolta il 27 novembre scorso, oggi hanno presenziato gli ordini   professionali di ingegneri, architetti, geologi e geometri.

Sono stati vari gli interventi dei partecipanti. La bozza del piano prevede la realizzazione di impianto fotovoltaico all’interno dell’ex Plastjonica per la ricarica dei mini bus a trazione elettrica di cui il Comune intende servirsi. Un’idea, questa, poco condivisa, dalla platea che ha suggerito di realizzare, piuttosto, diversi impianti da distribuire sul territorio. E’ stata da più parti rilevata l’assenza di un piano del verde.

“L’amministrazione – sottolinea Enzo Parisi di Legambiente – deve impegnarsi per far si che ci sia il minimo consumo di suolo. Penso alle saline del Mulinello che probabilmente finiranno sotto una coltre di cemento e sono, invece, scrigni di biodiversità, elementi fondamentali da preservare”. L’ambientalista ha evidenziato che un’elevata percentuale di inquinamento proviene dalle automobili soprattutto in quelle zone dove si concentra maggiormente il traffico, come il tratto tra via Giovanni Lavaggi e viale Italia dove insiste il passaggio a livello. Per Enzo Parisi, a parte incentivare il traffico delle auto elettriche ricaricabile con energia da fonte rinnovabile, si dovrebbe cercare di limitare il più possibile, la circolazione delle vetture.

La redazione del piano si rende necessaria a seguito dell’adesione del Comune di Augusta al “Patto dei sindaci” deliberata dal consiglio comunale il 10 marzo del 2016. Mediante l’adesione, di tipo volontario Augusta ha stretto un patto politico e un impegno programmatico nei confronti dei propri cittadini e della comunità europea, con il quale è obbligata a raggiungere  entro il 2020, gli obiettivi di: riduzione delle emissioni di CO2.

Tutti i cittadini saranno attori di questo piano, come ha ribadito  l’assessore al Lavori pubblici, Roberta Suppo. Il Comune in parte sta applicando già il Paes con la pratica del sistema di raccolta della spazzatura porta a porta per il riciclo e la riduzione dei rifiuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com