breaking news

Augusta| Processo “mafia e politica” – Sfilano i testimoni

15 Febbraio 2017 | by Redazione Webmarte
Augusta| Processo “mafia e politica” – Sfilano i testimoni
Cronaca
'
0

I funzionari comunali negano pressioni per appalti e licenze commerciali.

300x250Ieri mattina nell’ambito del processo “Mafia e Politica” che vede imputati, tra gli altri, l’ex sindaco di Augusta Massimo Carrubba e l’ex assessore ai servizi cimiteriali Luigi Antonio Giunta (entrambi rispondono di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio aggravato), udienza interamente dedicata all’esame di 4 testi citati dalla difesa.

A sfilare innanzi al Collegio Penale, presieduto dal Dott. Fabio Mangano, sono stati i funzionari comunali Chiara Sudano, Carmelo Bramato e Guido Fracassa, all’epoca dei fatti responsabili rispettivamente dell’Ufficio “Commercio”, del settore LL.PP. e dell’ufficio “appalti” del comune megarese, che – lo ricordiamo – poi nel Marzo 2013, a seguito dell’inchiesta svolta dalla DDA di Ct, venne sciolto per infiltrazioni mafiose.

Incalzati dalle domande dell’Avv. Attilio Floresta del Foro di Catania, difensore di Carrubba e degli Avvocati Puccio Forestiere e Beniamino D’Augusta del Foro di Siracusa, legali di Giunta,  del PM della DDA di Catania Andrea Ursino e dell’avv. Sebastiano Grimaldi, in rappresentanza del Comune di Augusta costituito in Giudizio parte civile, i funzionari hanno categoricamente negato di avere mai subito pressioni, sollecitazioni e/o interferenze da parte dell’ex Sindaco Carrubba e dell’ex Assessore Giunta per affidare appalti e subappalti e/o rilasciare licenze commerciali.

In particolare, per quanto riguarda il rilascio della licenza relativa al Chiosco di proprietà di Carcione Maurizio, sito in Piazza Sacro Cuore nel quartiere Borgata ad Augusta, la responsabile ufficio “Commercio” ha chiarito che si trattava di una semplice “voltura” e che nel 2007 non risultavano motivi ostativi al rilascio a carico del richiedente, posta l’acquisizione del certificato antimafia rilasciato dalla Camera di Commercio. La stessa dipendente comunale ha inoltre aggiunto che  lo stesso ufficio, in via istruttoria, aveva richiesto – prima del rilascio –  alla Procura della Repubblica di Siracusa certificato relativo al casellario giudiziario.

In riferimento alla contestazione mossa agli ex amministratori riguardante l’affidamento diretto alla ditta “3V” di Vincenti Renzo dei lavori relativi alla collocazione di una porta antipanico in vetro, del valore di mille euro oltre IVA, presso il palazzo cd. “Tabita” ove erano allocati alcuni uffici comunali e la sede distaccata del Tribunale di Siracusa, il funzionario dell’ufficio appalti Fracassa ha riferito di aver ottemperato ad una richiesta perentoria del magistrato allora responsabile delle sede giudiziaria megarese di separare i due ingressi al fine di evitare disservizi e confusione.

Quanto all’autorizzazione al sub appalto a favore della Ditta “Stile costruzioni” di Pandolfo Graziano dei lavori di manutenzione nella scuola elementare di Brucoli, il responsabile LL.PP. Ing. Bramato non solo ha negato pressione da parte degli imputati ma ha anche rivendicato la correttezza e piena legittimità dell’atto amministrativo, posto che dalla documentazione acquisita non risultavano motivi ostativi a carico del titolare della ditta subappaltatrice.

Il quarto teste, l’ex Vice sindaco Avv. Nunzio Perrotta, è stato invece sentito dai difensori e dalla Pubblica Accusa su aspetti prettamente politici, ed in particolare sulla nomina ad assessore nel Giugno 2008 dell’Avv. Gioacchino Aiello.

Il presidente Mangano ha fissato la prossima udienza per il 18.4.2017, nel corso della quale saranno sentiti altri 4 testi citati dalla difesa dell’ex Sindaco Carrubba, fra cui un uomo politico , già candidato Sindaco nel 2008.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com