breaking news

Augusta| Resta irrisolta la carenza di personale medico al Muscatello

27 Aprile 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Resta irrisolta la carenza di personale medico al Muscatello
Sanità
0
Canigiula denuncia per l’ennesima volta le disfunzioni del nosocomio e gli impegni non rispettati dall’Asp.

Il consigliere comunale Enzo Canigiula punta nuovamente il dito contro la direzione sanitaria dell’Asp 8 che non ha risolto il problema della carenza di personale medico al Musactello. “In data 15 aprile – spiega il consigliere comunale – apprendevo che il reparto di chirurgia, già penalizzato sotto il profilo del personale medico,  era stato ulteriormente depotenziato. Infatti dei 5 medici tra cui un primario uno fu trasferito a Lentini e un altro in aspettativa per maternità. Nessuno di questi due medici fu sostituito. Il reparto di chirurgia si venne a trovare gestito da tre medici tra cui il primario, che avrebbero dovuto svolgere  anche il ruolo di “reperibile”. A causa di questa situazione, il primario fu costretto ad informare i vertici dell’Asp che non sarebbe stato possibile effettuare interventi programmati e che si sarebbero potute gestire solo le urgenze.  In risposta quasi contemporanea, il direttore dell’Asp Brugaletta – continua Canigiula – assicurava che “i due medici saranno sostituiti lunedi’” (18 aprile). Ebbene, a riprova di quanto non veritiere siano state e le dichiarazioni del direttore, e’ obbligo informare i cittadini che il 18 aprile, al contrario di quanto da lui affermato, nessun medico e’ stato spostato all’interno dell’Asp Sr per coprire i posti mancanti al reparto di  chirurgia del “Muscatello”; risulta tuttavia che a partire dl 27 aprile, un medico del pronto soccorso sarà aggregato al reparto. ed eccoci di nuovo davanti al classico gioco delle tre carte: si depotenzia il pronto soccorso per sopperire, ma solo al 50%, alla mancanza di personale in chirurgia. Per l’ennesima volta – secondo Canigiula – ci troviamo davanti a un ulteriore squallido tentativo di risolvere i problemi del Muscatello senza alcuna logica costruttiva; ennesimo tentativo di destabilizzare e depotenziare il nostro nosocomio. Ricordo agli immemori e distratti dirigenti dell’Asp Sr che si rimane in attesa delle seguenti opere e servizi: la passerella di collegamento tra i due padiglioni; attivazione delle nuove strutture del pronto soccorso, laboratorio analisi e radiologia che, malgrado l’allacciamento della cabina elettrica indispensabile per il trasferimento dei reparti, non sono ancora attive; attuazione di tutto quanto previsto nella mozione del 5 ottobre 2015; attivazione il punto di riferimento regionale per le patologie da amianto. Attuazione del polo oncologico con assegnazione dell’unita’ operativa complessa in luogo della prevista unita’ operativa semplice; mantenimento dei 4 posti di pediatria; istituzione del servizio di elisoccorso notturno; potenziamento del reparto di endoscopia digestiva con l’assegnazione di ulteriore personale; sbloccare presso il governo nazionale i fondi previsti dall’art. 20 della legge 67/1988 e destinati all’asp di siracusa in cui rientra la quota parte per l’ospedale di augusta, finalizzata agli interventi manutentivi e tecnologici”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com