breaking news

Augusta| Revisori dei conti contro Canto; il centrosinistra attacca, l’assessore risponde.

30 Ottobre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Revisori dei conti contro Canto; il centrosinistra attacca, l’assessore risponde.
Politica
0

Sulla vicenda relativa al  commissariamento per la mancata approvazione dei bilanci per il Comune è scontro tra il collegio dei revisori dei conti e l’amministrazione pentastellata. Canto si ritiene amareggiato per l’atteggiamento dei colleghi revisori e al riguardo dice: “sono stato l’unico a difenderne l’operato quando sono stati attaccati in Consiglio comunale”.

A criticare l’assessore al Bilancio, Giuseppe Canto e il sindaco, Cettina Di Pietro, sono i revisori dei conti sentendosi attribuire responsabilità per la mancata approvazione dello strumento finanziario. Il gruppo consiliare centrosinistra lancia dure critiche: “è un fatto senza precedenti nella storia della città”. L’assessore Canto sostiene di aver detto che i revisori: “chiedono sempre chiarimenti in termini esplicativi rispetto ai contenuti del documento”.

Giuseppe Canto

“Il 19 ottobre è stato ampliato il commissariamento anche per il rendiconto 2016 e il preventivo 2017, che si aggiunge al commissariamento avvenuto a settembre per il rendiconto 2017 e preventivo 2018”. L’assessore Canto si è giustificato asserendo che a chiedere il commissariamento è stata l’amministrazione comunale per le difficoltà incontrate nell’ottenimento dei pareri da parte dei revisori dei conti. Il Collegio risponde dicendo che tali affermazioni denotano: “una mancata conoscenza da parte dell’assessore della normativa vigente in materia di contabilità pubblica, pur essendo revisore dei conti”.

Il Consigliere Giancarlo Triberio

A divulgare la nota del collegio, presieduto da Luigi Tricoli e composto da Giuseppe Gervasi e Francesco Lembo, è stato il gruppo consiliare Centrosinistra. Nel corso di una conferenza stampa il consigliere, Giancarlo Triberio, che ha parlato anche a nome dei colleghi consiglieri Alfredo Beneventano e Francesco Lisitano ha dato lettura della missiva che porta la firma dei revisori: “il collegio dei revisori dei conti, nello svolgimento della propria attività, al fine di esprimere compiuto parere sul bilancio di previsione 2017-2019, ha richiesto la documentazione e successive integrazioni alla stessa, necessaria per poter esprimere un giudizio motivato sulla coerenza attendibilità e congruità contabile delle previsioni di bilancio. L’organo di revisione sa bene che occorre avere scrupolo di controllare atti e documenti con la dovuta attenzione”. Il collegio sostiene inoltre “di non avere ricevuto, fino al 28 ottobre, alcun documento relativo al rendiconto 2016, rendiconto 2017, né tantomeno al bilancio di previsione 2018-2020, pur essendo scaduti i termini di approvazione degli stessi”.

Dure critiche all’operato dell’amministrazione grillina arrivano dal gruppo Centrosinistra: “i 5 Stelle dopo 3 anni di amministrazione non solo non riescono a fare uno straccio di bilancio e si fanno commissariare, ma ora si scopre addirittura che ostacolano il lavoro dei revisori. Il fatto che non vengano fornite tutte le carte richieste dal collegio di tecnici nominato e pagato per esprimere un parere, in base al quale i consiglieri sono chiamati a dare il voto sul bilancio, è gravissimo. La lettera dei 3 revisori, che denunciano ritardi e omissioni nella trasmissione della documentazione necessaria, è un fatto senza precedenti nella storia politica di questa città. Dopo il nostro comunicato sul commissariamento non abbiamo voluto replicare alle farneticanti giustificazioni dell’amministrazione, perché dichiarare alla stampa di aver chiesto lei il commissario è già l’ammissione di un fallimento politico e amministrativo. In altri tempi un sindaco si sarebbe scusato col consiglio e un assessore avrebbe sentito il dovere di rassegnare le dimissioni, adesso invece il loro modo di non governare alcunché sembra diventato motivo di vanto, spacciando per oculatezza quella che è pura e semplice incapacità. Per ogni scelta impegnativa si ricorre o al commissario, o al prefetto, o al ministero. Una città che vive in un perenne commissariamento arretra su tutti i fronti e viene usata come un bancomat per soddisfare le esigenze degli altri (vedi lo scippo della sede portuale e quello dell’agenzia Inps). Persino riparare un tetto alla guardia medica diventa una impresa stratosferica per l’amministrazione Di Pietro. Il gruppo di Centrosinistra chiede nuovamente a gran voce che il sindaco venga a riferire in consiglio comunale su tutti gli aspetti oscuri di questa vicenda bilancio, che dopo 3 anni vede la città ancora senza uno strumento finanziario necessario per riparare le scuole e strade. Il gruppo Centrosinistra vigilerà attentamente su tutti gli sviluppi di questa incredibile vicenda, pronto a fare tutti i passi necessari per assicurare il rispetto della trasparenza e della legalità nell’amministrazione di questa città. Come abbiamo già avuto modo di dire qualche tempo fa, non sappiamo se e chi si sia mangiato un paese – come affermano i grillini per assolversi da ogni peccato – ma tutti cominciamo a vedere chi sta mettendo questa città in mani forestiere”.

L’assessore al Bilancio, Tributi, Patrimonio e Servizi Informatici risponde dicendo che: “intendeva solo dire che, “il Collegio dei Revisori dei conti può procedere alla sospensione dei termini per il rilascio del parere per il bilancio di previsione, ex art. 15, comma 6, del Regolamento di contabilità vigente (entro 10 giorni dal deposito dell’atto amministrativo completo), solo nel caso di mancanza di documentazione necessaria che costituisce parte integrante dell’atto amministrativo.  Pertanto, per il futuro, invito i colleghi revisori a procedere alle opportune verifiche prima di attaccare il primo cittadino e gli amministratori e scrivere che “un collega non conosce la normativa vigente in tema di contabilità pubblica”. Anche perché, analizzata la documentazione ricevuta, sarebbe auspicabile che l’Organo di controllo procedesse alla richiesta di quanto eventualmente mancante una sola volta, perché, diversamente, e come è sempre accaduto dal loro insediamento ad oggi, la richiesta a rate di documenti mancanti potrebbe essere interpretata come una forzatura finalizzata a ottenere una inaccettabile dilazione nel rilascio del parere richiesto; tenuto anche conto della particolare situazione economico-finanziaria in cui versa l’Ente. Del tutto incomprensibile e inusuale appare la nota con la quale i revisori comunicano di: “non avere ricevuto alcun documento relativo al rendiconto 2016, rendiconto 2017 né tantomeno al bilancio di previsione 2018/2020 pur essendo scaduti i termini per l’approvazione degli stessi”. I tre professionisti, forse, dimenticano che il Comune di Augusta ha approvato il Bilancio stabilmente riequilibrato solo nel mese di luglio del 2017. Pertanto, anche tale affermazione assume i caratteri della strumentalizzazione dell’operato dell’amministrazione comunale. Peccato, però, che la stessa è del tutto inaccettabile se resa da un organo tecnico, indipendente e, soprattutto, svincolato dalla politica. È auspicabile il rispetto dei reciproci ruoli per evitare che si possa creare in qualcuno l’idea che non si agisce per il bene della collettività amministrata.

Infine, è doveroso rispondere al consigliere Triberio in merito alle spese, a suo dire, ulteriori per l’allargamento dei poteri del commissario ad acta anche per l’approvazione del rendiconto di gestione 2016 e per il bilancio pluriennale di previsione 2017/2019. È evidente, da tali affermazioni, la malafede di chi è già in campagna elettorale, e pur di cercare di attaccare chi quotidianamente cerca, con i pochi mezzi a disposizione, di risolvere i problemi lasciati da altri, innesca polemiche del tutto infondate. Comunque, invito il consigliere a documentarsi sui costi del suddetto Funzionario Regionale sulle casse comunali. Sarà cura dei sottoscritti procedere alla pubblicazione degli importi liquidati al termine della procedura, così, per il futuro, almeno su tale argomento eviteremo inutili perdite di tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com