breaking news

Augusta| Revoca delle misure cautelari per gli Amara

Augusta| Revoca delle misure cautelari per gli Amara
Cronaca
'
0

Tornano in libertà i fratelli Amara, direttori della GESPI Srl di Punta Cugno, coinvolti nella inchiesta Piramidi condotta dalla DDA di Catania. La vicenda è quella della discarica Cisma e dei Paratore attualmente principali indagati.

Ecco i primi effetti del post- Piramidi. Sono stati revocate le misure cautelari a carico della società GE.S.P.I. Srl e fratelli Giuseppe e Giovanni Amara di Augusta, rispettivamente direttore tecnico e commerciale dell’azienda megarese, coinvolti nella inchiesta che portò giorni addietro all’arresto di 17 persone (7 provvedimenti restrittivi in carcere, 7 agli arresti domiciliari e 3 misure interdittive) tra imprenditori, aziende e funzionari pubblici.

Il GIP Giuliana Sammartino, dopo aver sentito in occasione dell’interrogatorio di garanzia i fratelli Amara ed avviato una serie di ulteriori controlli presso l’impianto di termovalorizzazione di Punta Cugno, ha revocato con ordinanza 10389/13 la misura cautelare nei confronti degli Amara ed ha liberato contestualmente le quote sequestrate della società.

La GE.S.P.I. S.r.l., unitamente agli indagati, ha sempre confidato nell’operato della magistratura essendo serena di svolgere il proprio operato nella massima trasparenza, legalità e nel rispetto della normativa vigente. Forte di questo provvedimento, la società avrà ulteriore motivazione nella ricerca, sviluppo e adozione di tecnologie sempre più performanti per la protezione dell’ambiente.

Nella inchiesta portata avanti dalla DDA della Procura di Catania emersero responsabilità a vario titolo, dal traffico illecito di rifiuti ed altri reati, attorno alla famigerata discarica della “Cisma ambiente spa”, in territorio di Melilli, della quale i principali accusati dell’inchiesta, sarebbero gli imprenditori catanesi, Antonio Paratore e il figlio Carmelo.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com