breaking news

Augusta | Ricompensa al valore civile per la Città, avvio procedimento

26 Dicembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Ricompensa al valore civile per la Città, avvio procedimento
Cultura
'
0

Avviato il procedimento per una ricompensa al valore civile della città di Augusta per le vicende inerenti il secondo conflitto mondiale e in particolare per la generosa accoglienza riservata ai profughi del Conte Rosso e per le vittime dei bombardamenti nella seconda guerra mondiale .La richiesta è stata approvata dalla Giunta municipale con delibera del 12 dicembre scorso. Lo rende noto l’assessore alla Cultura, Giuseppe Carrabino.

La Giunta comunale ha approvato la richiesta agli organi competenti di una ricompensa al valor civile in favore della Città di Augusta per le vicende inerenti il secondo conflitto mondiale e in particolare per la generosa accoglienza riservata ai profughi del Conte Rosso e per le vittime dei bombardamenti nel secondo conflitto mondiale.

Si tratta di una richiesta che, più volte in passato è stata oggetto di sollecito da parte di varie istituzioni culturali che si sono fatti interpreti di un desiderio della società civile. La Giunta – come si legge nell’atto deliberativo – preso atto che con Legge 20 giugno 1956, è stata istituita una ricompensa al merito civile, intesa a premiare le persone, gli Enti e i Corpi che si siano   prodigati, con eccezionale senso di abnegazione, nell’alleviare, le  altrui sofferenze o, comunque, nel soccorrere chi si trovi in stato di bisogno e che il Dpr 23 ottobre 1957, ha approvato il regolamento contenente le norme di esecuzione della citata Legge che ha istituito una ricompensa al merito civile, ha attivato il procedimento per il tramite dell’assessore alla Cultura Giuseppe Carrabino, tra l’altra firmatario, negli anni scorsi, di una specifica richiesta.

Nei   giorni   scorsi   la   Prefettura   ha   invitato   l’amministrazione   ad   inviare   la documentazione necessaria da integrare per poter procedere all’istruttoria in particolare con specifiche relazioni atte a descrivere gli eventi che hanno interessato la città. 

Tali relazioni sono state curate da Antonello Forestiere, direttore del Museo della Piazzaforte di Augusta nonché storico militare e consulente della Marina militare.

Quest’ultimo ha formulato due distinte relazioni storiche, la prima riferita agli eventi bellici di maggior rilievo del secondo conflitto mondiale che hanno coinvolto Augusta e la sua popolazione, la seconda riferita agli eventi bellici avvenuti nel luglio del 1943 nella frazione di Brucoli.

L’atto deliberativo della Giunta è finalizzato alla richiesta al Ministero dell’Interno, per il tramite della Prefettura di Siracusa, della concessione di una ricompensa al valor civile alla città e con essa alla popolazione augustana, per il dolore, il sacrificio e gli atti di eroismo dei singoli e dell’intera comunità per la riconquista della democrazia, della pace, della giustizia e della libertà, riconoscendone, altresì, la dignità, la solidarietà ed il forte senso di accoglienza dimostrata durante il periodo bellico del secondo conflitto mondiale;

“Tra i tanti episodi enfatizzati che coinvolsero Augusta durante il secondo conflitto mondiale, il primo che, tuttavia, determinò un coinvolgimento collettivo e diretto della cittadinanza, in relazione agli esiti dell’accaduto – ricorda l’assessore Carrabino – fu quello relativo all’affondamento del piroscafo Conte Rosso la tramonto del 24 maggio 1941, che testimonia ampiamente l’immediata, spontanea, fattiva e duratura manifestazione di umana solidarietà dei confronti dei naufraghi da parte della cittadinanza, estrinsecata attraverso molteplici atti produttivi di benefici e concreti effetti, che apportarono un insperato ausilio di ogni tipo ai militari e ai marinai sopravvissuti alla tragedia e sbarcati ad Augusta.

“Le distruzioni ed i lutti causati dal bombardamento del 13 maggio  1943 – aggiunge – testimoniano e simboleggiano le grandi sofferenze che la popolazione augustana e la città ebbero a patire in quel terribile giorno di guerra, una silente sofferenza che, sullo sfondo della tragedia bellica, si riunisce non soltanto idealmente, con la solidarietà in precedenza mostrata verso i militari naufraghi soccorsi, ma fornisce, in conclusione, il definitivo quadro completo di una Comunità meritevole, a distanza di anni, di pubblico riconoscimento civile al proprio valore da parte dello Stato.

Il bombardamento aereo del 17 luglio 1943 nella frazione di Brucoli, con il peso tragico di essersi abbattuto su una piccolissima comunità, è memoria che si fonde vivissima con quella della città intera e che, ancora oggi, tramanda sofferenza e fraterna solidarietà.

Sottolineati gli sconvolgimenti drammatici e profondi subiti (registrando a proprio danno centinaia di vittime civili, duemilacinquecento senza tetto (ossia 1/8 della popolazione), 2/3 degli edifici danneggiati in varia misura, 270 dei quali distrutti e l 000 gravemente lesionati), il senso di solidarietà e di sacrificio manifestato dai cittadini nelle tragiche circostanze di quel terribile periodo storico.

Quei tristi avvenimenti hanno contribuito a valorizzare la vocazione della Città di Augusta alla pace, promuovendo la comprensione culturale e l’integrazione sociale, a partire dalla salvaguardia della propria identità e delle propria storia, che deve essere trasmessa alle nuove generazioni a partire dalla valorizzazione e dal recupero della memoria storica di un periodo da cui sono emersi i valori fondanti della stessa comunità.

“Si ritiene pertanto che Augusta – conclude l’assessore alla Cultura – possa essere assegnato un riconoscimento al Valor Civile per le violenze subite e gli atti di eroismo individuali e collettivi dimostrati dalla popolazione augustana nel corso del secondo conflitto mondiale”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 596

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *