breaking news

Augusta | Rifiuti ad Agnone Bagni, Tribulato: «La sindaca non dia sempre colpe ai cittadini»

Augusta | Rifiuti ad Agnone Bagni, Tribulato: «La sindaca non dia sempre colpe ai cittadini»
Attualità
'
0

Secondo il consigliere comunale le cause dei disservizi sono da ricercare in un sistema di raccolta che non funziona. «Dal 2016 chiedo un incontro all’assessore al ramo».

«Un sistema che va rivisto». Sulla vicenda dei rifiuti abbandonato che inondano le strade dei villaggi balneari in territorio di Augusta, riceviamo una nota del consigliere comunale di Augusta, Biagio Tribulato. «Le vicende di questi giorni che riguardano la zona di Agnone Bagni con tutte le baie limitrofe e le relative dichiarazioni politiche – scrive Tribulato – lasciano spazio a tante riflessioni. Il problema dell’accumulo dei rifiuti va assolutamente legato a un sistema di raccolta differenziata che non funziona, non appropriato al territorio. Ho scritto già dal 2016 all’assessore al ramo per un incontro relativo alle criticità della differenziata, in modo tale da poterle risolvere, ma mai una risposta, mai un incontro. D’altra parte ormai è chiaro: chi non è residente non può capire né ha interesse a elaborare modifiche rispetto alle esigenze di una comunità, soprattutto quando non si conoscono nemmeno i nomi delle vie della città».

«Basta dare sempre colpe ai cittadini». «È ormai ridicolo e da nausea imputare ai cittadini la responsabilità di un fallimento politico e della propria incapacità di gestione, mettendo in un unico calderone persone perbene che pagano le tasse ed evasori. Prima di dare dati affrettati, invito ad andare a parlare di evasori anche ad Augusta centro e Borgata, di andare ad analizzare quanti si sono autodenunciati per il pagamento della tassa rifiuti dopo il 2015. È poi tremenda la vicenda della mancanza d’acqua in quella zona. Da quattro settimane persone senza una goccia d’acqua nelle proprie abitazioni, persone costrette a pagare la fornitura idrica a mezzo autobotte privata. Cosa fa una buona amministrazione? Quando una zona necessita di acqua per un lasso di tempo notevole, per via di problemi relativi alle condutture, mette a disposizione, compatibilmente con le proprie risorse, una fornitura idrica adeguata. Qui neanche l’ombra. Si pretende che si paghino le tasse, vengono pagate le tasse ma non si hanno i servizi. Inviterei questa amministrazione comunale a difendere il territorio tutto che le ha permesso di governare e a concentrarsi sulla soluzione dei problemi. E soprattutto a non attribuire le responsabilità solo ai cittadini additandoli incivili, perché ricordo che tra questi ci sono anche gli elettori del Movimento 5 stelle».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *