breaking news

Augusta | Rilancio parco archeologico: sinergia tra i Comuni

Augusta | Rilancio parco archeologico: sinergia tra i Comuni
Cultura
'
0

Sinergia tra Comuni per il rilancio del patrimonio archeologico Leontinoi che comprende le vaste aree di Megara Hyblaea nel territorio di Augusta, i villaggi preistorici dell’antica Xouthia e lo stesso sito di Leontinoi stretto tra Carlentini a sud e Lentini a nord. I sindaci Di Mare, Bosco e Stefio insieme per un obiettivo comune.

Rilanciare la funzione dei parco archeologico ponendo le basi per una concreta sinergia tra Comuni. Questa la linea guida che ha permesso ai sindaci di Augusta, Lentini e Carlentini di programmare insieme un percorso finalizzato a mettere in atto interventi unitari quale occasione di tutela e sviluppo del territorio. Un progetto che tiene conto delle emergenze archeologiche insistenti nei rispettivi territori che potrebbe essere esteso ad altri paesi e città che hanno radici storiche e culturali comuni. Tutto ruota intorno ai parchi archeologici e alla creazione dei comitati tecnico-scientifici che espletano funzioni fondamentali di bilancio, regolamenti, programma annuale e triennale di attività,  nonché sulle scelte inerenti gli interventi da eseguire all’interno delle aree di pertinenza. L’attuazione delle normative, volute dall’assessore regionale ai Beni culturali Alberto Samonà, salutate con soddisfazione dai sindaci di Augusta, Lentini e Carlentini, rispettivamente, Giuseppe Di Mare, Saverio Bosco e Giuseppe Stefio, vedrà adesso una cabina di regia che farà capo a Lorenzo Guzzardi, direttore del parco archeologico Leontinoi, che comprende le vaste aree di Megara Iblea nel territorio di Augusta, i villaggi preistorici dell’antica Xouthia e lo stesso sito di Leontinoi stretto tra Carlentini a sud e Lentini a nord.

Un clima di concreta collaborazione quello avviato con i colleghi di Lentini e Carlentini – ha detto il sindaco Di Mare – che intende attuare quel percorso avviato dal compianto assessore regionale Sebastiano Tusa e che oggi viene riproposto con determinazione dall’attuale assessore Alberto Samonà al quale esprimo gratitudine per il suo fattivo impegno a favore dei nostri beni monumentali. La funzione dei parchi archeologici può permettere una concreta collaborazione tra istituzioni pubbliche e private avviando così una nuova stagione di rilancio del patrimonio culturale anche in termini di ricadute economiche e sviluppo turistico del territorio. Si tratta di scelte complesse per la presenza sul territorio intercomunale di risorse archeologiche, storiche, culturali, paesaggistiche e ambientali, soggette a tutele diverse ma che possono essere affrontate con una visione comune”. “Nei giorni scorsi – riferisce l’assessore alla Cultura, Giuseppe Carrabino – nel museo archeologico di Lentini, ho avuto modo di incontrare il direttore del parco Guzzardi e i sindaci di Lentini e Carlentini. Un incontro che ha posto le basi per quella sinergia necessaria finalizzata a comprendere le difficoltà e nel contempo le specificità di ogni sito. Insieme, attraverso i rispettivi assessorati e con l’azione  propulsiva del comitato scientifico, avvieremo un programma di valorizzazione del parco che non può prescindere dalla conoscenza dei luoghi e dalle testimonianze frutto delle diverse culture che hanno animato il nostro territorio sin dall’antichità. Nessuna contrapposizione ma l’impegno da parte di tutti alla cooperazione per la necessaria valorizzazione pur con tutte le problematiche strettamente connesse, ivi comprese le diverse competente di Enti, Istituzioni e privati su aree insistenti nel parco”.  

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com