breaking news

Augusta| Risanamento ambientale e bonifiche al centro dell’attenzione della Cgil.

22 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Risanamento ambientale e bonifiche al centro dell’attenzione della Cgil.
Sindacale
0

Nel 2019 la Cgil metterà al centro del proprio impegno il tema del risanamento ambientale e delle bonifiche e sarà pronta a scendere in piazza per difendere in territorio in sinergia con le forze civili che intende aggregare. Con questi propositi la Cgil saluta ad Augusta l’anno che sta per volgere al termine.

Tradizionale conferenza stampa di fine anno, nella sede della Cgil di via Megara ad Augusta, tenuta dal segretario della Camera del lavoro, Lorena Crisci, dal segretario generale provinciale della Cgil di Siracusa Roberto Alosi e dal segretario dello Spi-Cgil di Augusta, Carmelo Lo Turco, alla presenza del presidente dell’Auser provinciale Francesco Di Priolo, di Lucia Lombardo della segreteria provinciale della Cgil e degli iscritti al sindacato. “Il bilancio per la nostra città – ha dichiarato Lorena Crisci – non si può definire positivo. L’anno che sta per chiudersi non è stato positivo per i lavoratori dell’agenzia Inps che è stata soppressa. Non possiamo gioire per gli 84 dipendenti precari del Comune. Non può considerarsi soddisfatta la popolazione della qualità del servizio sanitario di cui può fruire e mi riferisco alla vicenda che vede l’ospedale Muscatello privato anche delle sale operatorie che in gennaio sono state chiuse per mancanza di anestesisti. Vicenda che nel passato ha visto alcuni politici interessarsene, ma solo in apparenza, non ha avuto mai un epilogo diverso da quello stabilito dai burocrati e amministratori attenti solo alla logica della quadratura dei numeri e non al bisogno dell’utenza. L’incidenza in negativo sulla salute pubblica del polo petrolchimico nel triangolo Augusta-Priolo-Melilli, è ormai una certezza e serve urgentemente una strategia che ci consenta di far camminare insieme l’occupazione che viene dalle industrie con il benessere dei lavoratori e della comunità”

“Le beghe tra maggioranza e opposizione non aiutano a risolvere i problemi” ha aggiunto Carmelo Lo Turco stigmatizzando l’assenza di molti servizi per gli anziani da una parte, ma anche il disinteresse della gente a prendere parte alle battaglie per la città. Il segretario generale provinciale della Cgil di Siracusa, Roberto Alosi ha evidenziato che ad Augusta si registra il più elevato tasso di disoccupazione della provincia “Abbiamo bisogno di essere un elemento aggregante di forze civili – ha detto Alosi – io credo che la strategia di alleanze in questa zona sia fattibile. Il prossimo anno la Cgil si impegnerà per il rimettere al centro il tema del risanamento ambientale e le bonifiche”

Al centro del dibattito anche la questione riguardante il depuratore. “Credo che la popolazione si sia stancata oramai di ascoltare notizie, dichiarazioni che giungono da più parti: Ias sì Ias  no, meglio allacciare la rete fognaria al depuratore consortile di Priolo, oppure: no, non è possibile. Dimostrino l’amministrazione comunale e i componenti della maggioranza di governo, che provengono da questo territorio – ha affermato Crisci – che sono capaci di dare una risposta concreta e soprattutto realizzabile in breve tempo”. Tutti concordi nel commentare il fatto che, se Augusta non verrà dotata di un sistema di depurazione dei reflui in questo periodo in cui a governare sia la città sia la nazione sono i pentastellati, la madre di tutte le opere non verrà portata mai a compimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com