breaking news

Augusta | Sanità, lavoro, zona industriale: la foto di fine anno della CdL Cgil

28 Dicembre 2022 | by Redazione Webmarte
Augusta | Sanità, lavoro, zona industriale: la foto di fine anno della CdL Cgil
Sindacale
'
0

Sanità, occupazione, sociale, i temi importanti del territorio contenuti nella fotografia scattata dalla Camera del lavoro Cgil. La tradizionale conferenza stampa di fine anno è stata tenuta nella sede della CdL Cgil dalla segretaria Lorena Crisci, insieme con Carmelo Rapisarda, responsabile del settore industrie, Carmelo Lo Turco, segretario dello Spi Cgil, Enza D’Antoni, presidente dell’Auser.

La Camera del lavoro Cgil ha tracciato il consueto bilancio di fine anno parlando dei problemi che affliggono il territorio. La segretaria Lorena Crisci, alla presenza dei  componenti della segreteria provinciale del sindacato, del suo direttivo e di quello del circolo Auser e dello Spi Cgil ha tenuto la consueta conferenza stampa.

“Con rammarico devo registrare che diverse importanti vertenze sono ancora sul tavolo e non hanno trovato una soluzione concreta” ha detto Crisci parlando della tematica sanità dove ancora si registrano settori che soffrono la mancanza di risorse in termini di personale, di lunghe liste di attesa per visite o esami specialistici;   ha ricordato che Augusta continua a scaricare in mare migliaia se non centinaia di migliaia di metri cubi di acque nere perché non è stata, ad oggi, dotata di un sistema di depurazione senza dimenticare la questione, ancora più grave, dell’impianto di Priolo (Ias), vicenda ormai nota a tutti.

“Su quest’ultimo argomento – ha evidenziato –  pare sia stato stimato che, negli anni fra il 2016 ed il 2020, 7 tonnellate all’anno di sostanze nocive sono state disperse nell’aria ed oltre 2500 tonnellate di i e. 2E’ ovvio che risolvere questa problematica è fondamentale per la sopravvivenza della zona industriale. Penso che anche la politica debba avere un ruolo importante nella ricerca di soluzioni perseguibili nel più breve tempo possibile per evitare il peggio. idrocarburi sono stati versati in mare”.

E nel ribadire che le industrie, non sono il nemico da combattere e che bisogna tutelare ambiente, sicurezza e lavoro: “a loro dobbiamo chiedere con forza una strategia a medio e lungo termine che miri a rilanciare l’efficienza e la sostenibilità e che possa garantire i livelli occupazionali che negli ultimi anni sono stati in decremento progressivo” Lorena Crisci ha ribadito che, la sorte del petrolchimico si lega anche alle sempre attuali questioni ancora aperte sul porto di Augusta. “Esso, infatti, rappresenta uno dei volano di sviluppo occupazionale tra i più importanti del momento”  ha aggiunto.

Riferendosi alla questione occupazionale ha sottolineato: “nella nostra) i tassi di disoccupazione complessivi superano il 21 %. Per le donne è addirittura del 32% (890 sono le richieste ad Augusta di reddito di cittadinanza)”.

La segretaria della Camera del lavoro, non ha, tra l’altro, dimenticato di citare i rincari del costo dell’energia che hanno generato un aumento sostanziale delle bollette: “auspichiamo che anche nella nostra città possano essere messe in atto quelle misure che tendono a dare un contributo a chi è già in forte difficoltà”.

Ha espresso gratitudine a tutto il personale Inca e Caf, tra cui Lucia Errante, Manuela Galati, Daniela Morello e Lucia Mauro, :“che anche quest’anno hanno svolto un ottimo lavoro offrendo servizi alla cittadinanza di alto livello” ai compagni dello Spi “la cui presenza costante in questa camera del lavoro, con le innumerevoli iniziative, tiene costantemente al centro dell’attenzione dei pensionati”.

E ancora ha messo in luce le attività dell’ Auser che pure quest’anno hanno efficacemente svolto un importante ruolo sociale per la popolazione della terza età. Per le due “branche” della Cgil hanno preso rispettivamente la parola Carmelo Lo Turco ed Enza D’Antoni mentre per la segreteria provinciale della Cgil di Siracusa è intervenuto Carmelo Rapisarda, responsabile del settore industrie.

Lo Turco ha stigmatizzato la carenza di servizi e luoghi ricreativi per gli anziani senza dimenticare i problemi che riguardano la sanità con particolare riferimento al Muscatello, Enza D’Antoni ha parlato delle iniziative dell’Auser rivolte sempre agli anziani per tirarne fuori le potenzialità e farli sentire meno soli.

Rapisarda ha sottolineato che la sanità e l’inclusione sociale sono tra i temi più importati sul territorio, ricordando che sulla sanità è stato fatto dalla Cgil un documento programmatico tra la fine dello scorso anno e gli inizi del 2022. “E’ una problematica piuttosto complessa che non è sicuramente nelle competenze di una Camera del lavoro singola, una che Siracusa si deve intestare. Ha poi accennato alla crisi energetica e alla vicenda della zona industriale verso la quale il sindacato si è particolarmente dedicato.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 352

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *