breaking news

Augusta| Schermi contro il Comune che direbbe sì ai centri per migranti dimenticando gli augustani

2 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Schermi contro il Comune che direbbe sì ai centri per migranti dimenticando gli augustani
Politica
'
0

Un duro attacco all’amministrazione comunale viene lanciato dal consigliere comunale di opposizione, Giuseppe Schermi il quale sostiene che: “mentre si paventano sgombri forzosi per 90 famiglie residenti in contrada Scardina, si concede alla Prefettura di realizzare un  Cas (centro di accoglienza straordinario) per migranti. Anche stavolta, se non è così, l’amministrazione comunale tiri fuori le carte e dimostri il contrario.

“Ci risiamo – dice Schermi – era il 25 agosto 2017 quando denunciavo “purtroppo l’hotspot sarà realizzato dentro il porto commerciale di Augusta.” Adesso è il Cas, centro di accoglienza straordinario, a esser realizzato, nonostante l’ennesima delibera di consiglio contraria”.

L’ex vice sindaco della giunta pentastellata Schermi, che oggi siede tra i banchi dello schieramento opposto a quello del M5S si domanda per quale ragione il progetto di “adeguamento funzionale della struttura ex consorzio Asi di contrada San Cusumano da destinare a Cas giace dal 27 dicembre scorso nell’ufficio di  gabinetto del sindaco benché assegnato dal protocollo per competenza al settore Urbanistica? “Per quale motivo – sottolinea Schermi – nonostante le mie reiterate richieste formali all’ufficio in qualità di consigliere comunale, non mi viene ancora a oggi consegnato né il documento in oggetto né il relativo parere tecnico?

E’ casuale che proprio mentre la Prefettura convocava la conferenza dei servizi per autorizzare la realizzazione dell’ennesimo centro di accoglienza per migranti, l’assessore agli Affari Legali di Augusta, già nominata alla cabina di regia della Prefettura, rispondeva in Consiglio alla mia interrogazione per poter  sottoporre a  manutenzione strade e impianti di illuminazione in contrada Scardina occorre prima procedere allo sgombero di 90 famiglie? Augusta ha una tradizione millenaria di accoglienza e integrazione, e non si dimentichi che fino allo scorso aprile, grazie ai suoi volontari di protezione civile si è spesa gratuitamente presso la tendopoli del porto commerciale.

Sulla nascita del Cas il Comune non ha parere vincolante. Il 24 novembre scorso nell’aula consiliare di palazzo San Biagio la maggioranza grillina ha approvato senza i voti della minoranza una mozione di indirizzo proposta dalla II commissione consiliare Sviluppo economico su: modifica del protocollo del ministero dell’Interno – Anci su rete di accoglienza Sprar che impegnava il sindaco a ribadire in tutte le sedi istituzionali, la posizione già espressa in sede Anci e alla Prefettura a far escludere il Comune di Augusta dal piano di riparto della rete Sprar (centri di seconda accoglienza per migranti) e inoltre di far sì che la città megarese non diventasse neanche sede di Cas.

Il secco No dato dal Consiglio comunale alla nascita di uno Sprar non ha scongiurato, come aveva previsto il sindaco, Cettina Di Pietro e di ciò, a novembre, informava l’Aula, l’istituzione di centro di accoglienza straordinaria, poiché mentre  per gli Sprar la competenza è del Comune che ne avrebbe curato la gestione in proprio o affidandola a terzi per i Cas decide la Prefettura. Il numero di migranti da ospitare nel Cas è di 149 adulti, lo stesso che in base al criterio di proporzionalità (che  tiene conto dei numero di abitanti di un comune) sarebbe spettato ad Augusta qualora avesse dato sede a un centro Sprar.

Allo stato attuale Augusta ospita in contrada Costa San Giorgio  un centro di accoglienza per migranti minori non accompagnati.  Si chiama “Albachiara” ed è gestito dalla cooperativa “Roncalli” che in un  edificio di proprietà privata, preso in locazione. Si tratta di una struttura di prima accoglienza per minorenni stranieri in merito al quale, a differenza dello Sprar, il Comune non ha voce in capitolo. Così come non ha competenza per quanto riguarda il Cas.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com