breaking news

Augusta| Scontro minoranza-grillini: Caruso: «Nessun passo indietro. La sostituzione di Fichera un fatto interno».

Augusta| Scontro minoranza-grillini: Caruso: «Nessun passo indietro. La sostituzione di Fichera un fatto interno».
Politica
'
0

Il capogruppo del M5s replica alle dichiarazioni dei consiglieri di opposizione Niciforo, Errante e Canigiula che hanno annunciato il loro rientro in aula. «Ritornare in consiglio non è una concessione, ma un obbligo».

Caruso: «Opposizione in confusione». «Le recenti dichiarazioni dei consiglieri comunali di minoranza Marco Niciforo, Salvatore Errante e Vincenzo Canigiula sono il frutto di un momento di grande confusione che regna fra i gruppi di opposizione». Lo afferma in una nota il capogruppo del Movimento 5 stelle, Mauro Caruso, che replica seccamente alla tesi secondo cui si sia di fronte a un «mutamento dello scenario politico».

«La sostituzione di Fichera un normale avvicendamento». «L’eventuale sostituzione del presidente del consiglio – afferma Caruso – è un fatto puramente interno alle regole vigenti nell’ambito del nostro gruppo di cui non si è mai fatto mistero. E non certamente un “venire alle posizioni storiche dell’opposizione”, tanto che il nostro gruppo è assolutamente forte e convinto dell’ottimo lavoro fin qui svolto dalla presidenza, circostanza sulla quale abbiamo ricevuto ampie conferme durante l’utilissimo incontro tenutosi in prefettura. Pertanto l’eventuale sostituzione non rappresenterebbe affatto un accoglimento delle istanze dell’opposizione, ma un naturale avvicendamento all’interno di un soggetto politico in cui gli incarichi non sono “sine die”».

«Presidenza commissioni, nessuna apertura». «Quanto alle dichiarazioni sulle “possibili aperture circa le presidenze delle commissioni e il vicepresidente del consiglio” – prosegue Caruso – purtroppo ci duole smentire i tre consiglieri le cui considerazioni non trovano nessuna conferma in nessuna dichiarazione di alcun membro del nostro gruppo, né in occasione della nostra conferenza stampa dell’1 giugno né in altre. Eventuali aperture saranno eventualmente valutate dal gruppo del Movimento 5 stelle in un prossimo futuro, ovvero alla normale scadenza prevista normativamente delle attuali presidenze delle commissioni».

«Rientrare in aula è un obbligo». «Esprimiamo ancora una volta il nostro disagio – conclude Caruso – per un comunicato in cui il nostro gruppo viene nuovamente accusato sulla base di valutazioni personali e di considerazioni non avallate da verità. Rientrare in consiglio non è una concessione, ma un obbligo, come obbligo é lavorare per questa città. Se questo gruppo consiliare ha finalmente voglia di spendersi si confronti con questa maggioranza, che ancora oggi, compatta e coesa, lavora spesso in solitudine e si assume le sue responsabilità, al contrario di chi, invece, decide di starsene fuori. Accogliamo favorevolmente la discesa dall’Aventino dei primi tre consiglieri di minoranza, che speriamo abbiano preso coscienza della situazione e dei danni recati all’immagine di Augusta».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com