breaking news

Augusta | Serve aiuto per due fratellini malati

17 Gennaio 2023 | by Redazione Webmarte
Augusta | Serve aiuto per due fratellini malati
Attualità
'
0

Federico e Gabriele Salemi, due fratelli di 12 e 4 anni, sono affetti da una patologia genetica rara. Federico nel 2015 ha già contato sulla solidarietà degli augustani, grazie ai quali si è potuto sottoporre ad un costoso intervento chirurgico negli Stati Uniti, ma la malattia a distanza di alcuni anni è tornata ad insorgere. Gabriele ha la stessa patologia del fratello. Entrambi hanno la necessità di operarsi in Spagna. Per farlo occorrono 100 mila euro. La famiglia si rivolge di nuovo alla città con accanto Antonio Caruso, presidente di Genitori e Figli.

Augusta viene chiamata a dare la possibilità a due bambini di vivere camminando e giocando come dovrebbero fare se non fossero, purtroppo, malati. Si tratta di due fratelli, Federico e Gabriele Salemi, di 12 e 4 anni, uno dei quali, Federico ha potuto, negli anni scorsi, già contare sulla generosità dei cittadini.

Il piccolo nel 2015 necessitava di un intervento una clinica a New York, perché affetto da una rara malattia genetica,  impossibile da curare in Italia, la città si mobilitò con numerose e varie iniziative.

Fu una vera gara di solidarietà che fruttò una cifra tale da consentire alla famiglia di affrontare la costosa operazione.

Federico, sta di nuovo male e Gabriele ha la stessa patologia del fratello. “Si tratta di un caso raro di familiarità, visto che non è una malattia ereditaria” spiega la madre, Barbara Lopiano che con una lunga lettera ha deciso di chiedere di nuovo aiuto ai suoi concittadini.

E per farlo ha voluto accanto Antonio Caruso “che in qualità di presidente dell’associazione Genitori e Figli ma soprattutto di grande amico negli anni non ci ha mai mollato, ha vissuto con noi i nostri pellegrinaggi ed insieme alla sua carissima Patrizia mai una volta ci hanno fatto sentire soli” dice la mamma dei due bambini.

Doniamo la speranza di vivere a questi 2 fanciulli. oggi 16 gennaio – ha scritto ieri Antonio Caruso – giorno in cui ricorre il compleanno della mia amata Patrizia, che tanto affetto e sostegno ha ricevuto da Augusta, sento che sarà di buon auspicio iniziare un percorso cittadino di solidarietà nei confronti di due giovanissime vite che hanno bisogno di noi, del nostro sostegno, piccolo o grande che sia .

Non ignoriamo il grido di aiuto di chi non può  accettare di sopravvivere ai propri figli”.

Sapevamo che con la patologia di Federico non bisogna mai abbassare la guardia, ma eravamo tanto positivi affinché tutto continuasse ad andare per il verso giusto; purtroppo così non è stato” continua Barbara Lo Piano che insieme a suo marito Francesco Salemi ha deciso di rivolgersi di nuovo alla città.

Quattro anni fa – riferisce – ha iniziato ad avere di nuovo forti dolori alle gambe, alla schiena ed al collo, sono iniziati nuovi sintomi, tremori alle mani e difficoltà nel deglutire i liquidi.

Non può frequentare la scuola per più di tre ore perché, stando seduto troppo a lungo, sopraggiungono forti dolori, mal di testa e problemi visivi.

Purtroppo si è riancorato il midollo e stavolta in una parte più alta della schiena, che rende tutto più complicato.

Ci siamo rivolti di nuovo al professore in America che ci ha indirizzato da un neurochirurgo in Spagna.

Dopo vari esami, è confermato il riancoraggio ed in più il medico ci dice che vi è una patologia nuova, finora non scoperta da nessun altro.

Federico ha purtroppo una strozzatura della carotide, patologia da tenere sotto stretta osservazione, con continui controlli.

Nel frattempo, come se non bastasse, il nostro piccolo Gabriele di quattro anni, ha iniziato ad avere problemi .non potevamo mai e poi mai pensare che anche lui avesse la stessa patologia del fratello.

La diagnosi parla di midollo ancorato occulto, malattia che se non trattata chirurgicamente porta ad un andamento progressivo e degenerativo dei sintomi neurologici, tipo dolori forti ai muscoli di collo, schiena, gambe, debolezza muscolare, incapacità di tenere la stessa posizione per più tempo, disfunzione vescicale ed intestinale permanente, possibilità di finire in carrozzina, tremori e difficoltà di deambulazione.

Per dare una speranza ai nostri figli entrambi sarà necessario per entrambi un intervento chirurgico, che verrà a costare euro 100 mila euro

Il problema è che anche in Spagna, come in America, è tutto a pagamento anche se i costi sono un po’ più bassi, per questo anche se con il cuore rotto abbiamo con mio marito deciso di chiedervi nuovamente aiuto, nella speranza che ancora una volta i nostri bambini possano ricevere le cure adeguate ed avere un futuro sereno”.

Si chiama “Insieme per Federico e Gabriele” la raccolta fondi a cui si può già contribuire donando un contributo con bonifico bancario o postale .

Causale: Intervento per Federico e Gabriele, numero Postepay 5333171179190596 (codice fiscale mamma Lopiano Barbara LPNBBR80C44B988N); conto poste italiane IT71T3608105138203481003493; coordinate bancarie del conto Monte dei Paschi di Siena IT43G0103084620000000251988 intestato a Federico Salemi

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 2755

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *