breaking news

Augusta | Si al bilancio preventivo 2021-2023: 14 consiglieri votano lo strumento finanziario.

14 Settembre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta | Si al bilancio preventivo 2021-2023: 14 consiglieri votano lo strumento finanziario.
Politica
'
0

Lo strumento di programmazione finanziaria è stato votato favorevolmente da 14 consiglieri. Contrario il consigliere Mangano, che si è collocato tra l’opposizione. Al suo posto in qualità di capogruppo di “Passo Avanti per Augusta” il consigliere Giuseppe Assenza che ha votato favorevole. Non ha fatto mancare il suo sostegno all’amministrazione comunale il consigliere Peppe Montalto.

Ci sono capitoli dedicati alle opere di manutenzione che interessano strade, scuole illuminazione e la rete idrica, ma anche risorse per l’aumento del monte ore degli ex precari nel bilancio di previsione 2021-2023, approvato ieri pomeriggio dal consiglio comunale da 14 consiglieri di cui 12 della maggioranza che si è costituita dopo l’elezione del sindaco Giuseppe Di Mare (Andrea Lombardo, Rosario Sicari, Ciccio La Ferla, Paolo Trigilio, Biagio Tribulato, Marco Niciforo, Salvatore Errante, Salvatore  Serra, Maria Grazia Patti, Roberto Conti, Giuseppe Tedesco e il presidente Marco Stella), il consigliere Giuseppe Assenza che è subentrato in qualità di capogruppo di “Passo avanti per Augusta” al consigliere Manuel Mangano transitato nell’opposizione, e il consigliere di Cantiere Popolare Peppe Montalto al momento ancora collocato tra la minoranza, ma che nelle ultime sedute non ha fatto mancare il suo voto favorevole agli atti dell’amministrazione.

Prima di discutere il bilancio l’aula ha proceduto all’approvazione del documento unico di programmazione, dove vengono raggruppati gli obiettivi che l’amministrazione comunale si prefigge di realizzare e che si divide in due sezioni: strategica ed operativa, come ha spiegato Gisella Vaccaro, dell’ufficio finanziario dell’Ente locale.  “Ciò che era contenuto nel programma elettorale oggi diventa programma di mandato – ha detto il sindaco Giuseppe Di Mare- con una mole di lavoro enorme per realizzare progetti nell’arco dei tre anni. E’ necessario dotarsi di un nutrito parco progetti per poter attingere ai finanziamenti della programmazione europea 2021 -2027 e alle possibilità fornite dal Pnrr”. Nel dup è inserito il piano triennale delle opere pubbliche che non è stato portato in Aula perché la legge oggi non lo prevede più, ma per il capogruppo del M5S, Roberta Suppo si tratta di uno svilimento del consiglio comunale. “Purtroppo molti punti di questo dup sono lontanamente raggiungibili” ha asserito il consigliere di Articolo Uno Giancarlo Triberio.

“Si vota un bilancio per dare servizi” ha sottolineato il consigliere Tribulato di Attiva Mente, esortando l’aula ad approvare lo strumento che, consentirà, appunto, di dare un futuro più sereno agli ex dipendenti comunali a tempo determinato oggi stabilizzati. “Non ci sono schieramenti politici quando si tratta di votar a tutela della città – ha sottolineato Tribulato – quest’amministrazione ha redatto un bilancio a misura di una città che ha bisogno di evolversi”.

Abbiamo riacceso i motori” Con questa esclamazione ieri il sindaco ha aperto il suo intervento in Consiglio Comunale parlando del bilancio: “che ci permetterà di concretizzare gli atti, le delibere e il programma che in questi mesi abbiamo presentato alla città” ha ribadito il primo cittadino sui social a seguito dell’approvazione dell’importante atto. Il bilancio – commenta Di Mare-  ci permetterà anche di stabilizzare tutto il personale comunale, fare nuove assunzioni, finalizzare l’accordo quadro per le scuole e per l’illuminazione pubblica, pianificare le manutenzioni straordinarie per le scuole, riqualificare il Palajonio e il mercato del Sacro Cuore, il consolidamento di Via Marina Levante, realizzare il piano commerciale e del Peba. E ancora, realizzare il piano idrico per la città, realizzare una condotta idrica per Agnone Bagni, di sottoporre a manutenzione i pozzi esistenti, di aiutare con dei #contributi i commercianti augustani, di acquistare attrezzature per il cimitero, telecamere per la sicurezza pubblica, manutenzione per le strade e rifacimento dei marciapiedi e tanto altro. La missione è quella di programmare in tempo e bene il futuro di Augusta. Questo è il primo bilancio della mia amministrazione, sicuramente migliorabile e per questo lavoreremo nel tempo. L’obiettivo è quello di far diventare Augusta una città normale anche dal punto di vista finanziario”.

Il consigliere di Augusta 2020 Marco Niciforo ha elencato le somme che verranno destinate alle varie opere di manutenzione: quella di strade e marciapiedi per un importo di 426 mila euro; la manutenzione della rete idrica con 587 mila euro, l’illuminazione di contrada Capo Campolato con 90 mila euro; 90 mila euro per la manutenzione delle scuole e altre 90 mila euro per l’illuminazione. Interventi questi ultimi due che verranno realizzati ricorrendo alla tipologia di contratto dell’accordo quadro. E ancora Cinquantamila euro sono stati destinati all’installazione di telecamere di sorveglianza e circa 700 mila, euro i ristori da elargire ai titolari di attività colpite dalla pandemia. A breve, come ha evidenziato, Niciforo sarà portato in aula il regolamento “Cura Augusta 2.0”. L’amministrazione comunale ha, inoltre, recuperato 4 milioni di Tari negli anni non versata dalla Marina militare, per via di un contenzioso, grazie alle continue interlocuzioni con quest’ultima.

Il consigliere Andrea Lombardo di “Destinazione futuro” ha puntualizzato che la passata amministrazione non aveva risanato le cassa come asserito e che l’attuale amministrazione è impegnata a dialogare con i creditori che non hanno aderito alla procedura del dissesto. Si è detto soddisfatto per l’incremento dell’orario lavorativo degli ex precari il consigliere Conti di “Passo avanti per Augusta” auspicando che presto di possano indire anche i concorsi per assumere nuove unità di personale che al Comune è carente. “Il prossimo bilancio sarà più ricco di progetti, idee e rispetto delle minoranze” ha detto Conti.

Minoranze che non hanno potuto dare il loro contributo al bilancio con emendamenti per un errore di natura burocratica nella presentazione degli stessi. Gli emendamenti portavano la firma dei consiglieri Manuel Mangano e Giancarlo Triberio e riguardavano, tra l’altro, la refezione scolastica. Il Comune, però, come ha puntualizzato il sindaco, darà comunque un contributo alle scuole per provvedere all’erogazione del servizio anche se sono stati impegnati solo 30 mila euro in totale che saranno via via incrementati in futuro come ha assicurato Di Mare.

“Mi dispiace di non aver potuto dare il mio contributo per un problema tecnico – burocratico – ha aggiunto Triberio- avrei voluto tanto accertare cosa sarebbe accaduto se il mio emendamento fosse approdato in aula. Da tre mesi giace una richiesta reiterata per parlare della mensa della scuola. Mi dispiace inoltre per i commercianti perché non vedranno prima del 2022 i ristori dell’”Augusta 2.0” perché ancora il regolamento deve essere approvato”.

“Non voterò questo bilancio perché non voglio assumermi, in coscienza, la responsabilità di dare fiducia all’amministrazione” ha detto Chiara Tringali, consigliere comunale del M5S prima di abbandonare l’aula.

Non ha votato il bilancio il consigliere Manuel Mangano, eletto nelle liste a sostegno della candidatura a sindaco di Carrubba e poi collocatosi nella maggioranza.  “Ho lasciato la maggioranza per intraprendere un “sano” percorso di opposizione così l’ho definito perché mi concentro sui temi quindi non è una scelta dovuta a ragionamenti politici chissà per quali fini. Non mi sono seduto al tavolo di un eventuale rimpasto assessoriale pertanto non posso essere definito un insoddisfatto da questo punto di vista. Ho rifiutato ogni tipo di contentino pur di portare avanti quelli che sono per me i temi importanti e che ho presentato in campagna elettorale” ha dichiarato Mangano nel momento in cui ha scelto di collocarsi nell’opposizione, Mangano è stato l’unico a dirsi contrario, perché nel momento della votazione tra i banchi della minoranza erano rimasti solo lui e il consigliere Montalto.

GUARDA IL CONSIGLIO COMUNALE

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com