breaking news

Augusta| Si costituisce il Coordinamento contro le nocività

Augusta| Si costituisce il Coordinamento contro le nocività
Attualità
'
0

Si è costituto il Coordinamento Contro le Nocività (Cnc). Questo è formato da differenti gruppi :Movimento Aretuseo ” Per il Lavoro, la Sicurezza e le Bonifiche“. Ne fanno parte: il Comitato Stop Veleni, Augusta, Melilli, Priolo, Augusta; Siracusa Ribelle; singoli cittadini, ed è  aperto a nuove adesioni.

“Ci troviamo in questa fase – dicono i promotori dell’inizitiva – a riprendere un’attività di opposizione all’inquinamento che da circa settanta anni opprime il nostro territorio e la nostra gente. La presenza, se pur ridimensionata del petrolchimico a Nord di Siracusa, continua a produrre scorie pesantemente inquinanti e morti per malattie prodotte dagli agenti inquinanti. Abbiamo un disperato bisogno di invertire l’andazzo; la lotta contro le nocività del petrolchimico deve diventare una lotta sociale diffusa contro le fabbriche di morte, contro le lobby del petrolio ed uno stato complice che produce i suoi profitti sulla salute delle popolazioni, per una bonifica del territorio ferito e la riconversione che guardi a un’energia da fonti rinnovabili e rispettosa della salute e dell’ambiente.

Dagli anni cinquanta del secolo scorso che la raffinazione del petrolio, la chimica, e la petrolchimica devastano il territorio, sconvolgendo gli assetti culturali e umani, mentre si insediavano altre produzioni come quelle dell’eternit: un vero e proprio assedio. Per troppo tempo la popolazione ha accettato in silenzio; con il ricatto del posto di lavoro, il ricatto sociale, gli obblighi della famiglia da mantenere, i ricatti dei lavoratori sui posti di lavoro le angherie di una classe padronale scellerata che pensa ai suoi profitti trascurando la salute e il numero di morti per cancro, altissimi nel nostro territorio. I movimenti di base territoriali che lavorano su queste problematiche devono pretendere lavoro „ pulito“, non inquinante e non precario, combattere ogni forma di inquinamento e di distruzione dell’ambiente naturale sia a livello locale che internazionale. Per questo siamo in contatto con diversi organismi e comitati siciliani e nazionali. La nostra terra e il nostro pianeta non possono più aspettare occorre subito organizzarsi dal basso nella lotta contro l’inquinamento e pretendere un sistema produttivo rispettoso della salute e della vita di tutti gli esseri viventi e del nostro ambiente”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com