breaking news

Augusta/Siracusa | Operazione “LUDOS”: disarticolata dalla Polizia di Stato un’associazione per delinquere dedita all’attività illecita di giochi e scommesse online accompagnata ad usura

30 Settembre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta/Siracusa | Operazione “LUDOS”: disarticolata dalla Polizia di Stato un’associazione per delinquere dedita all’attività illecita di giochi e scommesse online accompagnata ad usura
Cronaca
'
0

La Polizia di Stato di Siracusa sta eseguendo diverse custodie cautelari, in ottemperanza all’Ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa, nei confronti di soggetti ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata all’esercizio abusivo dell’attività di gioco e scommesse on-line attraverso siti illegali, esercizio abusivo dell’attività di credito ed usura.

Nello specifico, le indagini esperite dagli investigatori della Squadra Mobile di Siracusa e del Commissariato di P.S. Augusta, coordinate dal Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica di Siracusa, Dott. Fabio Scavone e dai Sostituti Procuratori, Dott.sse Donata COSTA  e Francesca EVA, hanno consentito di disarticolare una vera e propria associazione per delinquere il cui “core business”  si sostanziava nell’esercitare abusivamente l’attività di gioco e scommesse in quanto, privi di concessione autorizzatoria o licenza ai sensi dell’art. 88 tulps. Con riferimento al ruolo dei promotori, nonché capi dell’organizzazione, questi ultimi, fungendo quale raccordo tra i due distinti gruppi di gestione dei siti illegali di scommesse ed avvalendosi del rapporto con i gestori, nazionali ed esteri, riuscivano ad ottenere dagli stessi il credito necessario per l’esercizio del gioco senza anticipare denaro, così fidelizzando i giocatori e assumendo credito, anche usurario, nei loro confronti. Il tutto, con l’aggravante dalla transnazionalità avendo l’associazione per delinquere in commento propaggini anche all’estero, in particolare a Malta.

Nonostante il giro di affari di centinaia di migliaia di euro, alcuni dei partecipi all’associazione, mediante dichiarazioni mendaci, senza i requisiti prescritti, percepivano il reddito di cittadinanza producendo, inoltre, un contratto d’affitto fittizio al fine di aumentare l’importo del sussidio percepito.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com