breaking news

Augusta| “Smuoviamo le acque” perché Augusta non rimanga senza mare

Augusta| “Smuoviamo le acque” perché Augusta non rimanga senza mare
Sindacale
'
0

Questo è il tema dell’iniziativa pubblica promossa dalla CGIL di Augusta che si è svolta nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Industriale Ruiz.

In tanti hanno accolto l’invito del segretario della locale Camera del lavoro Cgil, Arena. Tra i presenti i parlamentari nazionali Zappulla e Amoddio, il sindaco Di Pietro, i segretari generali di Siracusa di Cgil  e Cisl, Zappulla e Munafò, il responsabile locale della Cisl, Di Mauro, don Angelo Saraceno e il rappresentante della locale sezione di Legambiente, Parisi.   “Non si può accettare di tenere bloccata ancora la questione della depurazione e del collettamento delle acque reflue del comune di Augusta”. A dirlo è stato il segretario della locale Camera del lavoro Cgil, Massimiliano Arena. “Non è tollerabile apprendere dalla stampa informazioni ottenute da fugaci scambi. Non è nemmeno accettabile non riuscire ad ottenere autorevoli interlocuzioni in merito. Dobbiamo lavorare tutti insieme, forze politiche sindacati, società civile e comunità religiosa, per incalzare e sollecitare i politici ad ogni livello affinchè i soldi già stanziati vengano da subito investiti per realizzare l’opera prevedendo, magari un sistema fognario distinto.  La CGIL di Augusta ritiene indispensabile e improcrastinabile organizzare una seria e condivisa azione di protesta civile per il rispetto del nostro territorio che ha già pagato un conto salatissimo dal punto di vista ambientale. Non possiamo continuare a mettere la testa sotto la sabbia e trascurare ciò che succede, o peggio ancora continuare a sperare che le soluzioni vengano da sole.  E’ ormai tempo di cambiare rotta. Il livello di guardia circa lo sversamento dei reflui nel mare di Augusta è stato superato con la scandalosa disattenzione dei tecnici e dei politici.   Al di là del posizionamento politico di ognuno, – spiega il segretario camerale – abbiamo il dovere di intervenire per il bene collettivo. Questa assemblea non a caso è stata intitolata “Smuoviamo le acque perché la nostra isola non rimanga senza mare”. La CGIL fa appello a tutti: alle organizzazioni Sindacali, all’Amministrazione Comunale, alla deputazione regionale e nazionale e a tutte le forze politiche, alle associazioni e a tutta la cittadinanza: “Uniamoci per una battaglia di civiltà!”.

[embed_video id=84825]

[embed_video id=84822]

[embed_video id=84819]

[embed_video id=84818]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com