breaking news

Augusta | Sospensione licenza pub. “Penalizzati dal fatto di avere una piazza pubblica attigua al nostro locale”

Augusta | Sospensione licenza pub. “Penalizzati dal fatto di avere una piazza pubblica attigua al nostro locale”
Attualità
'
0

In una nota inviata in redazione la società titolare del pub del centro storico puntualizza alcuni punti in merito al provvedimento di sospensione provvisoria dell’attività. “Ci riserviamo di agire legalmente nei confronti degli utenti che sui social network hanno reiterato illazioni lesive dell’immagine della nostra attività, perchè non vogliamo diventare il capro espiatorio di un momento molto difficile come quello che stiamo vivendo”.

<< Sicuramente siamo stati penalizzati dal fatto di avere una piazza pubblica attigua al nostro locale nell’ultimo anno di restrizioni per il contenimento sanitario. Nonostante non fosse di nostra competenza, abbiamo provato più volte a richiamare gli utenti che sostavano lì, in particolare i più giovani, ma ci siamo altrettanto spesso sentiti replicare che, in quanto spazio pubblico, non potevamo avanzare alcuna pretesa. Per tale motivo abbiamo fatto presente più volte, tale problematica alle forze dell’ordine, mettendoci a disposizione nella qualità di gestori dell’attività e richiedendo un presidio di sicurezza nelle ore più sensibili, in modo da disincentivare ed evitare i possibili assembramenti.

Nonostante ciò ci siamo ritrovati ad essere ritenuti i soli responsabili della piazza. In merito, invece, alla contestazione della somministrazione di alcolici ai minori, anche su questa problematica abbiamo usato dall’inizio dell’attività tutte le cautele e le attenzioni nelle nostre possibilità. Purtroppo ci sarà sfuggito in qualche occasione il “passaggio del bicchiere” tra i ragazzi fino alla piazza, peraltro solo in parte di pertinenza del locale. Riteniamo utile ricordare che la nostra attività come l’intero settore della ristorazione, risulta tra le attività più colpite dalle restrizioni governative per la pandemia, registrando un danno economico per il quale sono stati previsti ristori assolutamente insufficienti.

Questo ci ha costretto a continuare a lavorare pur nelle descritte condizioni difficili, in modo da garantire i pagamenti di affitto, fornitori e dipendenti ai quali la cassa integrazione è arrivata con grande ritardo, ma non lo abbiamo fatto per noi perché viviamo già dei nostri lavori. Per tale motivo ci riserviamo di agire legalmente nei confronti degli utenti che sui social network hanno reiterato illazioni lesive dell’immagine della nostra attività, perchè non vogliamo diventare il capro espiatorio di un momento molto difficile come quello che stiamo vivendo.

Sottolineiamo, infine, con orgoglio, di avere almeno contribuito alla riqualificazione di uno dei punti più belli della città, che era negli anni diventato luogo degradato per l’abbandono indiscriminato dei rifiuti nonché di spaccio, forse qualcuno vorrebbe che ritornasse tutto in quelle condizioni. Pertanto, da quando ci sarà possibile ripartire con l’attività, esaurita l’efficacia della sospensione e allentate le restrizioni della pandemia, ci metteremo ancora una volta a disposizione delle forze dell’ordine in modo da trovare la giusta soluzione per garantire sicurezza e serenità ai nostri utenti e concittadini >>

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com