breaking news

Augusta| Sostenere il progetto “Cane guida”: Leo club alla scoperta del centro.

19 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Sostenere il progetto “Cane guida”: Leo club alla scoperta del centro.
Attualità
0

Passeggiata domenicale alla scoperta del centro storico per sostenere il progetto “Cane guida”. Il Leo Club di Augusta ha ospitato la mensile riunione dei club della IV Area operativa del Distretto Leo 108 Yb – Sicilia.

L’occasione è stata propizia per far conoscere il territorio, il centro storico specificamente, ai soci dei Leo club di Lentini, Modica, Ragusa e Siracusa; infatti, il club ospitante presieduto da Elvira Sangiorgi, insieme ai soci Marco Failla, Andrea Pulia e Domenico Sangiorgi, ha coinvolto il presidente della Società augustana di storia patria, Giuseppe Carrabino, nell’organizzazione di una passeggiata pomeridiana tra le vie cittadine. La chiesa di Maria Santissima Annunziata, tra le più antiche della città e sede della congregazione dei naviganti, è stata il punto di ritrovo e di inizio della visita; successivamente, l’itinerario è proseguito con le descrizioni e l’ingresso nelle chiese di San Giuseppe, sede della confraternita dei falegnami e maestri d’ascia, e delle Anime Sante del Purgatorio, denominazione che deriva dal fatto che qui risiedeva l’arciconfraternita dei Bianchi.

Al termine della passeggiata, il Leo Club di Augusta ha omaggiato i partecipanti di una guida turistica della città, a ricordo dell’esperienza. L’attività ha avuto anche il fine benefico di sostenere, grazie al contributo dei partecipanti, il progetto “Servizio cani guida dei Lions”, che nasce nel 1959 per addestrare e consegnare gratuitamente cani guida alle persone cieche in tutta Italia. Il centro di addestramento ha sede a Limbiate ed è una delle più importanti realtà europee, riconosciuta come ente morale con Decreto del Presidente della Repubblica nel 1986. Siamo orgogliosi – commenta la presidente Elvira Sangiorgi – di aver dato vita a questa passeggiata tra cultura e beneficenza. Da un lato, l’interesse ad approfondire le nostreconoscenzeriguardo la storia del nostro territorio, grazie alle preziose spiegazioni del presidente Giuseppe Carrabino, che ringrazio vivamente; dall’altro, la soddisfazione di contribuire alla donazione di un cane guida, quale amico fedele e sussidio indispensabile per l’indipendenza personale e l’autonomia quotidiana di un soggetto non vedente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com