breaking news

Augusta | Spettacolo. Mauro Italia: “Ignorarci? Un grave errore!”

Augusta | Spettacolo. Mauro Italia: “Ignorarci? Un grave errore!”
Spettacolo
'
0

Mauro Italia, direttore artistico del Teatro Stabile di Augusta, denuncia la grave crisi vissuta dai lavoratori dello spettacolo e auspica l’apertura di un teatro cittadino.

Nessuna prospettiva sul futuro delle compagnie teatrali e dei lavoratori del comparto dello spettacolo. È la denuncia lanciata da Mauro Italia, direttore artistico e regista del Teatro Stabile di Augusta, associazione da anni impegnata nella produzione di spettacoli in giro per la Sicilia, che descrive il disastroso momento per l’arte e la cultura in generale, fortemente gravate dai numerosi dpcm di contenimento del Covid-19

“Augusta vanta – afferma Mauro Italia – una tradizione teatrale illustre e prestigiosa. Le associazioni culturali cittadine hanno regalato nel tempo attori e attrici di grande talento che nelle compagnie locali hanno percorso i primi passi e raccolto i primi applausi. Anche il vuoto lasciato dall’interruzione della fortunatissima rassegna “Teatro nel Cuore”, svoltasi per anni al Teatro Città della Notte, rappresenta il triste momento che vive chi di questa passione si alimenta.

Il nostro territorio – continua – vanta molte realtà, gruppi di amatori organizzati e armati di buona volontà che nel quotidiano dedicano il loro tempo libero alla produzione di spettacoli di vario genere, spaziando dal teatro classico di tradizione a quello moderno e contemporaneo, devolvendo l’intero incasso in beneficenza, aiutando associazioni cittadine a realizzare progetti utili alla collettività e a persone bisognose, senza nessun onore o guadagno.

Perché teatri e cinema devono restare ancora chiusi? Nessuna considerazione – tuona Mauro Italia – per chi svolge un lavoro nobile come il nostro. Nessun ristoro. Siamo stati i prima a chiudere e non abbiamo più riaperto. Personalmente sono scettico sulle recenti ipotesi di teatro in streaming, dove vengono meno l’emozione e il pathos del pubblico che ci sostiene con gli applausi. Da sempre l’arte, la cultura, la musica e i musei sono mortificati. Si è fermato un comparto che, oltre a intrattenere di chi lo segue, crea un indotto economico non indifferente. Insieme alla voglia di tornare a respirare l’odore della amate tavole, di portare in scena la nostra passione teatrale, mi auguro – conclude Mauro Italia –  che ad Augusta possa aprire un teatro che funzioni e rappresenti la culla di serate spensierate e ricche di sinergie artistiche e sociali”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com