breaking news

Augusta| Su Cas e alloggi popolari è scontro tra il consigliere Schermi e il sindaco Di Pietro

5 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Su Cas e alloggi popolari è scontro tra il consigliere Schermi e il sindaco Di Pietro
Politica
'
0

Botta e riposta tra il consigliere comunale, Giuseppe Schermi, ex vice sindaco ed ex assessore della giunta pentastellata, e il sindaco, Cettina Di Pietro sulle questioni riguardanti il Cas (centro di accoglienza straordinaria) per migranti e gli alloggi popolari di contrada Scardina, sollevate nei giorni scorsi dal consigliere di opposizione.

Cettina Di Pietro

“Le affermazioni del consigliere Schermi sull’ipotizzato centro di accoglienza in area dell’ex consorzio Asi – dichiara il sindaco Cettina Di Pietro – sono confuse ed erratiche al punto da ingenerare effetti umoristici. A meno che non siano consapevolmente in mala fede, cosa che ovviamente non si può e non si vuole immaginare. Il progetto – spiega il primo cittadino – nasce su area concessa al ministero dell’Interno dalla Regione (Irsap su conforme parere degli assessorati competenti, fra cui quello delle Attività produttive). Per il ministero progetta e realizza l’agenzia di Stato Invitalia. Il Comune di Augusta è coinvolto soltanto per i pareri urbanistici, sui quali sussistono forti dubbi e su cui, comunque, dovrà pronunciarsi il Consiglio comunale. Il progetto non è “nei cassetti del sindaco”, come sostiene il consigliere Schermi. Spettano infatti all’ufficio tecnico l’analisi e l’istruttoria necessaria alla discussione consiliare. Una semplice richiesta di accesso agli atti potrà anticipare la visione del consigliere, nei modi e nelle forme di legge”.

Quanto agli alloggi di contrada Scardina, il sindaco ricorda che sono immobili di proprietà dell’ Iacp (Istituto autonomo case popolari) che pertanto non appartengono al Comune tranne una sola palazzina sulle cinque del rione, che è anche l’unica in avanzato corso di regolarizzazione grazie all’impegno dell’assessore ai Servizi sociali, Rosanna Spinitta. Cettina Di Pietro sottolinea ce la situazione delle palazzine dell’Iacp è estremamente complessa e delicata, e  che le dichiarazioni del consigliere Schermi rischiano di rendere il clima ancora più incandescente, diffondendo in maniera irresponsabile un allarme sociale di cui certamente non si avverte il bisogno”.

Giuseppe Schermi

“Il sindaco mente sapendo di mentire – ribatte Schermi – ho più volte richiesto di accedere agli atti  che non mi sono stati forniti ancora dagli uffici in quanto inizialmente non disponibili, così come non dice il sindaco quale parere abbia rilasciato alla conferenza dei servizi in prefettura lo scorso 25 gennaio. Quanto al paventato sgombro degli alloggi dell’Iacp – il primo cittadino vada a rivedere le dichiarazioni pubbliche in sede di Consiglio comunale esternate del proprio assessore, Spinitta anziché muovere sterili accuse a chi, come me, da assessore ha dimostrato di tenere alla città molto più che a compiacere il proprio sindaco”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com