breaking news

Augusta | Tante sfumature di azzurro per superare le barriere della diversità

Augusta | Tante sfumature di azzurro per superare le barriere della diversità
Attualità
'
0

Il I istituto comprensivo “Principe di Napoli” ha premiato i vincitori del concorso “Tante sfumature di azzurro” indetto per far esprimere ai partecipanti anima, coscienza e consapevolezza della diversità. Ben 840 gli elaborati. All’iniziativa hanno aderiti tutti gli altri istituti comprensivi di Augusta: Corbino, Todaro e Costa

Premiati, a palazzo di Città, i vincitori del concorso “Tante sfumature di azzurro” indetto del I Istituto comprensivo “Principe di Napoli”, del dirigente scolastico Agata Sortino, rivolto agli studenti degli istituti comprensivi di Augusta con lo scopo di promuovere la diffusione della percezione della disabilità non come limitazione ma come opportunità di crescita per il singoli e la comunità locale. Per la prima sezione disegno i vincitori sono stati: Federica Settipani e Sofia Amato della II C del I Istituto comprensivo “Principe di Napoli”, Asia Salmeri della II C del II Istituto comprensivo “Orso Mario Corbino”, Davide Parmigiani della I E del III Istituto “Salvatore Todaro” (tutti alunni di scuola secondaria di primo grado con docente referente, Carmen Caliò)  e la III D di scuola primaria del IV istituto “Domenico Costa” (insegnanti referenti: Nunziella Messina, Loredana Conticello, Lupica Antonia). Per la seconda sezione poesie sono stati premiati: Giada Ferrero, Carla Di Marco e Daniele Sanseverino della III B di scuola primaria del “Principe di Napoli” con insegnante referente Ivana Sarcià, la IV C di scuola primaria del Todaro con le insegnanti referenti Loredana Sapienza e Luigina Chiarenza; Gabriele Amara e Martina Bassetto della II A di scuola secondaria del costa (con docente referente Alessandro Grimaldi). Vincitori della sezione video: Ginevra Russo della III B scuola secondaria della Principe con referente la docente Barbara Ruta, la II B secondaria del Corbino (docente referente Melania Ternullo, la IV A di scuola primaria del Todaro (referenti le insegnanti Liliana Solinas e Alessandra La Pila.

Alla cerimonia di premiazione, presieduta dal dirigente Sortino sono intervenuti il sindaco Giuseppe Di Mare, dell’assessore alle Politiche dell’istruzione Ombretta Tringali, della responsabile dell’Unità operativa complessa di Npia (neuropsichiatria infantile) di Augusta, Carmela Tata e del garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, Silvia Rita Feccia.

“Nei mesi scorsi abbiamo avuto l’idea, condivisa con il nostro primo cittadino – ha detto la preside – di lanciare un concorso attraverso il quale ogni istituto avrebbe potuto esprimere la sua anima, la propria coscienza, la sua consapevolezza della diversità. Di elaborati ne abbiamo contati 840 e questo ci ha dato la forza di continuare e di costruire le giurie che hanno valutato i lavori dei partecipanti”. “Abbiamo aderito a questo progetto senza esitare perché il legame che va creato tra la città e le scuole deve essere sempre di più alimentato e supportato” ha sottolineato il sindaco.

L’assessore Tringali ha espresso particolare gratitudine a tutti i docenti di sostegno e non per il lavoro straordinario che svolgono a contatto con gli alunni autistici e anche preparando i normodotati a sapersi rapportare con i loro compagni affetti da questo disturbo così da far cadere le barriere che possono porsi dinnanzi alla diversità. “Questa è un’iniziativa importante che fa parte di quelle che hanno il compito e il dovere di diffondere la consapevolezza sull’autismo. Noi neuropsichiatri infantili – ha evidenziato Carmela Tata – vediamo spesso bambini con una sintomatologia che appartiene ai disturbi del neuro sviluppo, tra cui l’autismo, Una diagnosi precoce determina un miglioramento della vita del bambino”. E’ dunque importante anche per chi sta accanto a questi alunni speciali saperne individuarne le caratteristiche.

Silvia Feccia ha parlato dei diritti inviolabili che acquisiscono i bambini e che nessuno ha il diritto né deve avere il potere di togliere loro. “Questi diritti, che i ragazzi hanno fino all’età di 18 anni, sono elencati nella convenzione dell’Onu delle nazioni unite”. In particolare il garante ha dato lettura dell’articolo 23: “gli stati riconoscono che tutti i bambini con disabilità sia fisica che mentale hanno diritto a cure, anche a studiare titolo gratuito, a studiare, a divertirsi a crescere come gli altri bambini.

La referente del bando è stata la docente Rosy Centamore mentre un contributo per la realizzazione dello stesso è stato offerto alla scuola dall’imprenditore Salvatore Gianblanco. Presenti alla cerimonia Maria Giovanna Sergi e Rita Spada, rispettivamente dirigenti del Corbino e del Todaro mentre il dirigente scolastico del Costa Michele Accolla, assente è stato rappresentato dall’insegnante Loredana Conticello.  

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com