breaking news

Augusta| Tari 2019 più salata per industrie, distributori di benzina e caserme.

Augusta| Tari 2019 più salata per industrie, distributori di benzina e caserme.
Politica
0

Il Consiglio comunale approva, con i soli voti della maggioranza, le nuove tariffe sulla tassa dei rifiuti. Nessun aumento per le utenze domestiche, aumento che va, invece, a carico delle industrie e dei distributori di carburante, mentre è stata introdotta la sotto categoria: caserme. Critiche dall’opposizione per l’incremento del costo del servizio, ma non solo. La maggioranza rivendica i benefici dell’operato dell’amministrazione pentastellata: lotta all’evasione e ampliamento della raccolta differenziata.

La Tari per il 2019 resta invariata per le utenze domestiche e aumenta per le industrie e i distributori di carburante. Una sotto categoria è stata introdotta, quella delle caserme, che pagheranno 15 euro a metro quadrato. La tariffa per gli stabilimenti industriali passa da 24 a 27 euro a metro quadrato, mentre i distributori di carburante pagheranno 12 euro a mq rispetto ai 9 euro dell’anno precedente. Il costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani annuale è lievitato di 400 mila euro. Favorevoli i pareri del collegio dei revisori dei conti e della V commissione Bilancio. Insorge l’opposizione per un regolamento “bavaglio” che concede solo pochi giorni per presentare emendamenti, per mancate agevolazioni alle fasce più deboli, per l’aumento del costo.

“Il costo del servizio di gestione dei rifiuti subisce un aumento di 400.000 circa – dichiara il consigliere comunale di #perAugusta, Giuseppe Di Mare – dato certo e preoccupante. Mai negli ultimi anni la raccolta del rifiuto aveva superato il costo di oltre 10 milioni l’anno. La percentuale della differenziata resta ferma al 41%, ben al di sotto della soglia imposta dalla legge del 65%, motivo per cui pagheremo delle penali. Inoltre sulle attività non domestiche le tariffe approvate sono le più alte della provincia in un momento in cui le attività commerciali andrebbero tutelate e aiutate. Anche in questo settore l’amministrazione comunale non ha applicato ne equità ne raziocinio”.

“Con questa delibera sono stati aumentati i costi da pagare alla ditta appaltatrice del servizio raccolta differenziata nonostante il mancato rispetto del capitolato speciale d’appalto per la raccolta differenziata” dice il consigliere Giuseppe Schermi di Diems 25 che ha allegato agli atti prova che il servizio si svolge con frequenza ridotta con un risparmio annuo di capitolato 3.000 ore e che il servizio avrebbe previsto l’uso di mezzi a metano. “Invece senza alcuna delibera- aggiunge l’ex assessore al Bilancio –  non solo è stata accettata la modifica del capitolato, ma addirittura con la nuova tari si aumentano i costi da riconoscere alla ditta appaltatrice.

Per il consigliere di Articolo 1 Giancarlo Triberio “l’ amministrazione 5 stelle vota le tariffe tari 2019 con un aumento annuo di più di 400 mila euro senza nessun beneficio evidente per i cittadini. E per sopperire a tale incremento del costo del servizio fa salire tariffe di soggetti di cui non si ha la certezza reale dell’ incasso e scaricando il peso di questi costi sul futuro degli augustani.

Il consigliere di Attiva Mente, Angelo Pasqua chiede informazioni sulle somme che la Marina militare, per un ammontare di circa un milione di euro, deve versare al Comune per tasse sui rifiuti pregresse e se gli spazi dalla stessa occupati siano stati censiti. E in merito forniscono risposte l’assessore ai Servizi ecologici, Danilo Pulvirenti, il responsabile del settore Edoardo Pedalino e l’assessore al Bilancio, Giuseppe Canto. La Marina militare si impegna a pagare  tasse pregresse dal 2012 al 2017) in base agli effettivi spazi occupati verificati con sopralluoghi tecnici, entro il 31 dicembre dell’anno corrente. Un risultato che l’amministrazione comunale vanta di aver ottenuto, grazie a continue interlocuzioni con la Marina.

Il consigliere Biagio Tribulato di Attiva Mente stigmatizza le mancate agevolazioni per le famiglie con disabili impossibilitati a conferire nel Ccr (centro di raccolta mobile) per ottenere sgravi fiscali e che nessuna riduzione della tariffa è stata fatta nei confronti delle associazioni culturali. Mauro Caruso, capogruppo della maggioranza lamenta che la minoranza evidenzia sempre solo lati negativi senza fare nessun cenno alla lotta all’evasione, che ha consentito negli anni di affrontare i costi e di abbassare le tariffe, sull’ampliamento del servizio di raccolta differenziata

Il consigliere di Territorio Unito Salvo Aviello, nell’affermare di avere constatato margini di miglioramento nella raccolta differenziata, non trova opportuno l’eccessivo incremento della tariffa per le industrie. Il sindaco puntualizza che il Comune ha chiesto, più volte, di accedere agli stabilimenti industriali per fare le misurazioni: “ a oggi –afferma il sindaco Cettina Di Pietro – non siamo riusciti a farlo. Inoltre a fronte dell’aumento del costo del servizio occorreva operare delle scelte. Abbiamo ritenuto di dover tassare maggiormente le industrie che hanno tante aree e che hanno anche le mense”.

Francesco Lombardi, responsabile del settore finanziario fa sapere che per la copertura del costo annuo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani che ammonta a 10 milioni e 340 mila euro e che rispetto al 2018 è lievitato di 400 mila euro è previsto un fondo per coprire le entrate di dubbia esigibilità a causa dell’evasione.

All’indomani dell’approvazione della tariffa il sindaco nella sua pagina facebook scrive: “nonostante le criticità legate a chi continua a non differenziare comunichiamo che, senza aumentare la bolletta dei cittadini e delle imprese, provvediamo a investire risorse per: estendere la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta anche alle zone esterne della città ( tra cui le contrade Fala’, Vignali etc), con l’obiettivo di incrementare la quantità di rifiuti differenziati ed eliminare le mini discariche alimentate da chi continua a sporcare il nostra territorio; premiare i cittadini virtuosi attraverso il mantenimento delle agevolazioni previste per chi conferisce presso il Ccr mobile con detrazioni fino al 11% sulla bolletta e confermando  le agevolazioni per chi esegue il compostaggio domestico con detrazioni fino al 15%; continuare a percorrere la strada della lotta all’evasione fiscale che ci ha permesso di regolarizzare circa 3.000 utenze, che hanno iniziato a corrispondere il tributo con benefici per le casse dell’Ente.

Abbiamo stanziato fondi per eseguire la caratterizzazione ed eventuale successiva bonifica del sito di contrada Ogliastro, per la pulizia straordinaria del Lungomare Paradiso oltre che per la pulizia straordinaria degli Arenili. Abbiamo stanziato risorse economiche per migliorare il servizio di scerbatura. Abbiamo stanziato dei fondi per sopperire agli incrementi dei costi per i conferimenti in discarica. Tutto ciò senza aumentare la Tari a carico dei cittadini che, ricordiamo, aver ridotto del 16% tra il 2017 e il 2018″.

GUARDA IL CONSIGLIO COMUNALE

[embed_video id=176634]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com