breaking news

Augusta| Tds: no al trasferimento del centro di salute mentale nello spazio della sala riunioni.

Augusta| Tds: no al trasferimento del centro di salute mentale nello spazio della sala riunioni.
Sanità
'
0

Il  Centro di salute mentale sarà ristrutturato. Il padiglione in cui ha sede è quasi inagibile, di conseguenza necessita di interventi di sistemazione. Il servizio sarà trasferito al piano terra del nuovo plesso dell’ospedale Muscatello. L’associazione Tutela della Salute ritiene non adeguata la soluzione di  allocare in via temporanea il Centro al piano terra del nuovo plesso del Muscatello.

“Non c’è pace per il Muscatello, unico ospedale della Provincia di Siracusa che continua a subire quello che si potrebbe definire l ‘inverosimile, seppur allocato in un territorio come ripetutamente detto ad altissimo rischio ambientale. Eppure le criticità del nosocomio verbalmente  e per iscritto furono segnalate nel marzo del 2017 a Nello Musumeci, allora  presidente della commissione regionale Antimafia e per ultimo all’assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza in un incontro  svoltosi lo scorso febbraio. Ma, come da copione di Augusta, del territorio e del suo ospedale poco interessa,   fatta eccezione per la legge 10 che il presidente Musumeci fece applicare, dopo che i componenti attuali dell’associazione a Tutela della Salute e del presidio ospedaliero  Muscatello, lo invitarono ad Augusta  come garante di Legalità, mentre il silenzio di Razza e dell’Asp si fa sentire”. Sono queste le parole dure del presidente della Tds, Domenico Fruciano il quale nonostante lo sconforto provato nel constatare le continue carenze che penalizzano il nosocomio megarese si dice determinato a proseguire la lotta per la salvaguardia dell’ospedale.

“Non c’è pace – continua Fruciano per il padiglione della ex Psichiatria, ora Csm (Centro salute mentale), per la quasi inagibilità dei locali. Un finanziamento di circa 384 mila euro è previsto per la ristrutturazione, ma consiste la dolente nota scaturisce dal fatto che è stata smantellata la sala delle riunioni della nuova ala del Muscatello(nella foto in una delle ultime riunioni che ha ospitato) per essere trasformata in spogliatoi o chissà in cos’altro, con conseguenti spostamenti che creeranno disagi a tutti”. La Tds si domanda se il direttore generale facente funzioni, Anselmo Madeddu sia a conoscenza di questa operazione che comporterà delle spese per un servizio provvisorio. “A mio avviso – conclude il presidente dell’associazione – sarebbe stato il caso di allocare il Csm, in altri locali liberi o da liberare, ce ne sono diversi per evitare spese. Auspichiamo che il provvisorio non diventi definitivo come “l’occupazione ” del Poliambulatorio nella nuova ala destinata a degenza. Invitiamo l’assessore Razza a dare a questo ospedale e alla Città di Augusta ciò che spetta loro di diritto”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com