breaking news

Augusta| Torna a lavorare il personale dell’asilo nido della M.M. La protesta è solo sospesa

22 Novembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Torna a lavorare il personale dell’asilo nido della M.M. La protesta è solo sospesa
Attualità
0

Sono tornate a prestare servizio nell’asilo nido del comprensorio militare di Campo Palma, le lavoratrici della struttura che, ieri, hanno scioperato per le presunte inadempienze della cooperativa che la gestisce. Permane lo stato di agitazione, la protesta è stata solo sospesa per non creare disagi alla Marina militare, che si è messa a disposizione per risolvere il problema.

Se entro lunedì non otterranno certezze sul pagamento degli stipendi e l’erogazione, nei giorni, a venire del salario di settembre, nonché effettivo riscontro sul cambiamento della condotta della direzione della cooperativa sociale “Giocando Insieme”, torneranno a scioperare. La protesta al momento è sospesa e il personale stamattina è tornato a lavorare nell’asilo nido della Marina militare gestito della ditta lucana dallo scorso settembre. I circa 30 bambini di età compresa tra i 4 e i 36 mesi figli di militari che frequentano dalle 7,30 alle 17 dal lunedì al venerdì la struttura sono tornati all’asilo perché le 10 lavoratrici (educatrici, ausiliarie, cuoca e coordinatrice) non hanno voluto arrecare disservizi alla Marina militare che ha manifestato disponibilità.

La decisione di interrompere lo sciopero ad oltranza, che il personale aveva annunciato con presidio notturno dell’asilo nido, è stata revocata in seguito alla visita, nel pomeriggio di ieri, del capo di Stato maggiore di Marisicilia e del direttore di Marintendenza, i quali si sono recati sul luogo del sit- in assicurando alle lavoratrici che controlleranno le buste paga per accertare le irregolarità di cui parla il personale e che solleciteranno la direzione della cooperativa a pagare, via via, gli stipendi maturati finora, con priorità immediata, intanto, per la mensilità di settembre. La Marina militare si riserva, inoltre, di assumere provvedimenti nei confronti della cooperativa sociale lucana qualora, la “Giocando Insieme” risultasse inadempiente. Le lavoratrici sono sostenute dalla Federazione Terziario Ugl Siracusa, con il suo segretario provinciale Salvatore Corso e dalla Fisascat Cisl.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com