breaking news

Augusta| Trasporto disabili: pulmino fermo. Amenta sollecita soluzioni definitive.

11 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Trasporto disabili: pulmino fermo. Amenta sollecita soluzioni definitive.
Attualità
1

Ancora un guasto al pullmino che serve il trasporto gratuito dei diversamente abili verso il Csr (Centro siciliano di riabilitazione) sito in contrada Costa dei Conti. A distanza di pochissimi mesi il mezzo e di nuovo fermo. A denunciare il disservizio è il vice presidente provinciale dell’associazione 20 Novembre 1989, Sebastiano Amenta.

Il vice presidente provinciale dell’associazione 20 Novembre, Sebastiano Amenta, denuncia l’ennesimo guasto al pulmino che giornalmente trasporta gli assistiti del Csr.  “Il 3 dicembre scorso – dichiara Amenta – in occasione della  Giornata internazionale delle persone in condizioni di disabilità, durante il convegno che si è svolto nel salone Rocco Chimici del Municipio ho fatto appello a tutte le persone presenti, affinché le criticità che giornalmente le famiglie con bambini e ragazzi portatori di handicap affrontano vengano in parte risolte. L’assessore alle Politiche sociali Rosanna Spinitta in quel frangente ha evidenziato che l’amministrazione  comunale fa tanto per le persone affette da disabilità. A distanza di pochi giorni apprendo, invece, che il pulmino che ogni giorno accompagna i bambini al Crs è di nuovo guasto e al momento si trova fermo nell’auto parco in attesa di essere riparato.

A pagare pegno ogni qualvolta che il pulmino si guasta – aggiunge Amenta – sono i bambini. Le belle parole camminano sempre di pari passo con i fatti più volte ho segnalato questo disservizio che accade puntualmente. La soluzione sta nell’acquisto di un nuovo messo e quindi bisogna trova la soluzione definitiva. Non si può ogni volta asserire che casse comunali sono vuote, e impensabile oltre che inconcepibile far saltare cicli di terapia che per i bambini sono di vitale importanza. Mi auguro che l’amministrazione comunale a breve sì attivi per acquistare un nuovo pulmino ricordando che L’art. 26 delle Legge 104/92 prevede che questo servizio vada erogato dagli enti locali in modo perpetuo e senza interruzioni. Resto a disposizione del Comune per un eventuale aiuto – conclude il vice presidente provinciale dell’associazione 20 Novembre – qualora l’amministrazione lo volesse per  risolvere questa situazione”.

Il pullmino, che con 2 addetti incaricati dal Comune quotidianamente  preleva gli assistiti dalle proprie abitazioni per condurli al Csr non può stare fermo perché interrompe un servizio di fondamentale importanza per alcune famiglie che non possono accompagnare i propri figli al centro che sono così costretti a non beneficiare della  terapia riabilitativa. I genitori degli assistiti di dicono stanchi di questa situazione.

One Comment

  1. Gaetana valenti says:

    È una storia infinita confermo quanto esposto da lei Seby sul disservizio da lei esposto e’un pulmino fatiscente smentisco unto detto dall’assessore,sono anni che subiamo da quando il Csr ha sospeso il servizio in convezione con il comune visto che il comune impiegavaanni al rimborso da allora il comunene se ne infischia dei problemi, che questo problema aggrava ulteriormente i gravi problemi che viviamo quotidianamente avendo la sfortuna di averequesta disabilita in famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com